30-12-2005

Sono stata sottoposta ad intervento

Sono stata sottoposta ad intervento cardiochirurgico durate il quale mi hanno sostituito l'Aorta ascendente con una Protesi tubolare Heamshield di 28 cm ed inoltre mi è stata praticata una risospensione della valvola aortica. Purtroppo ho pochi denti marci nella mia bocca e a breve, non appena sarà possibile, dovrò sistemare tale situazione perché può immaginare quai siano i miei problemi. Volevo sapere quali sono i rischi che corro nel mio caso e cosa devo fare perché tali rischi siano uguali o vicini a "Zero"! La ringrazio.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Un aspetto riguarda il rischio di infezione della valvola durante procedure odontoiatriche, e quindi la necessità di praticare subito prima di ogni seduta degli antibiotici (di solito amoxicillina, se non è allergico) per attuare la “profilassi dell’endocardite batterica”; si tratta di una cosa semplice, basta informare l’odontoiatra che applicherà dei protocolli standard usati internazionalmente. Un altro aspetto potrebbe essere quello della terapia anticoagulante; a questo proposito, non ho capito se è stata sostituita la valvola aortica con una protesi meccanica (ed in questo caso deve essere praticato l’anticoagulante) o con una protesi biologica (in questo caso di solito si fa solo per i primi mesi dopo l’intervento). In ogni modo, se sta facendo l’anticoagulante (SINTROM o COUMADIN) deve concordare con l’odontoiatra: 1) se intende sospenderlo (non è necessario per tutti i tipi di procedura); 2) se si, di solito si sospende 3 o 4 giorni prima, praticando in sostituzione la CALCIPARINA o il CLEXANE per via sottocutanea mattina e sera a dosi di 12.500 unitàx2 per la CALCIPARINA e di 10 unità/kg x2 per il CLEXANE.