12-01-2018

Sospetta dermatite vulvare

Salve,

da anni ho problemi in zona vulvare.

Soffro di bruciore, rossore, ulcerazioni della pelle con conseguente ispessimento della stessa, desquamazione , pelle secca e anaelastica. Il tampone vaginale è negativo per ogni sortdi batterio. Mi ha detto il ginecologo che potrebbe essere dermatite, la cura con pomata al cortisone funziona ma appena la sospendo non ho più benefici .

Uso solo biancheria bianca di cotone che lavo ad alte temperature con bicarbonato e aceto, non uso detergenti intimi..solo bicarbonato.. mi hanno detto che così avrebbe dovuto migliorare e invece niente.

Mi rendo conto che in periodi molto stressante la situazione è più acuta...e sinceramente insostenibile.come posso risolvere?

Grazie mille per la disponibilità, saluti.

Risposta di:
Dr.ssa Sonia Maria DevillanovaDottore Premium
Specialista in Dermatologia e venereologia e Tricologia
Risposta

Il termine dermatite è un termine generico che vuol dire poco.

In ogni caso uno dei motivi per cui non le passa è come usa la crema cortisonica prescritta.

Se vuole che un cortisonico faccia effetto deve scalarlo. In genere si usa puro per pochissimi giorni in piccole quantità poi si mischia ad una crema non profumata in parti uguali e si va avanti per 10 - 15 giorni riducendo ogni giorno il cortisone e se ne applica poca di questa crema .

L'ultimo giorno di terapia non ce ne deve essere quasi più . Successivamente si usa la crema da sola per almeno un mese, tempo necessario per il rinnovo cellulare. Detto questo sarebbe opportuna una visita dermatologica per inquadrare bene il caso è instaurare una terapia mirata.

Cordiali saluti Dott.ssa Sonia Devillanova

TAG: Dermatologia e venereologia | Organi Sessuali | Pelle | Salute femminile
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!