26-07-2006

Spett. dott.ri, vengo alla presente per chiedere

Spett. Dott.ri, vengo alla presente per chiedere cortesemente cosa ne pensate dei valori che riporto di seguito. Ho fatto gli esami del sangue in quanto lamentavo (e ancora ogni tanto lamento) dolori all'altezza del fegato e frizionate pungenti all'altezza del cuore. Dico subito che sono un soggetto allergico (asma da polvere, da sforzo, puntura di vespa, alcuni pollini). Da alcuni anni il numero degli eosinofili risulta molto elevato (19.1 con parametri da 0 a 4), il numero dei neutrofili è al di sotto del livello minimo e i basofili sono di poco oltre il limite massimo del parametro di riferimento. Risulta inoltre un CPK pari a 195, con valori di riferimento da 0 a 190, con isoenzima MM pari a 100. Non ho fatto alcun sforzo fisico da poter innalzare tale valore nei giorni precedenti l'esame. Può il tutto continuamente imputarsi al fatto che sono un soggetto allergico o è meglio approfondire alcuni esami? Grazie per la cortese attenzione. Paolo
ANTONIO CN
Risposta di:
ANTONIO CN
Risposta
Una eosinofilia può essere compatibile con una sindrome allergica ma gli altri dati no, per cui è consigliabile una visita medica specialistica. Cordiali saluti
TAG: Allergie | Allergologia e immunologia clinica
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!