Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

01-06-2003

Strategie farmacoterapeutiche

La presenza di una sintomatologia ansiosa è sempre indice di un Disturbo d’Ansia? Se no, quali sono le strategie farmacoterapeutiche più appropriate?
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
La presenza di una sintomatologia ansiosa non comporta automaticamente la presenza di un Disturbo d’Ansia in quanto devono essere individuati gli elementi psicopatologici descritti nell’articolo dello psichiatra. Quando non esistono elementi in grado di individuare uno dei disturbi d’ansia descritti, la sintomatologia ansiosa è spesso una reazione di adattamento a fattori stressanti sia ambientali (conflitti sociali e lavorativi, difficoltà economiche o familiari, ecc.) che legati alla comparsa di patologie mediche (infarto miocardico, ecc.). La sintomatologia ansiosa indotta da eventi stressanti o patologie mediche - quest’ultime approfonditamente discusse in uno dei prossimi numeri della rivista - quando sia disfunzionale, diminuendo il rendimento dell’individuo, e non sia legata ad una condizione stressante cronica, può essere trattata con una terapia a breve termine con BDZ; ciò al fine di aiutare l’individuo a ricondurre la sintomatologia ansiosa entro limiti funzionali capaci di aiutare il soggetto a individuare le migliori strategie per superare la situazione stressante che lo ha colpito.

A cura del Dott. A.Catellani e del Dott. G. Perna
TAG: Malattie psichiatriche | Psichiatria | Salute mentale
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!