29-06-2006

Successivamente ad una crisidi forte tachicardia

Successivamente ad una crisidi forte tachicardia con numerose extrasistole ho effettuato un holter che ha dato questo referto: ritmo si nusale con frequenza compresa tra i 120 e 44 b/m. frequenti e brevi periodi di artmia sinusale, non fasica. numerose extrasistoli sopraventricolari frequentemente condotte con aberranza, ripetitive (coppie e salve). assenza di aritmie ipercinetiche ventricolari. Assenza di turbe della conduzione dell'impulso. Assenza di alterazioni ischemiche transitorie di st/t non segnalazioni. Successivamente ad una visita di controllo da un cardiologo mi ha prescritto un betabloccante e diagnosticato un Wolf Parkinson White in attesa di una probabile ablazione. Confesso di essere abbondantemente preoccupato e, se possibile desidererei capire meglio il referto dell'Holter ed in più conocscere il grado di percolosità di quest'esame di ablazione. Grazie
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
La sindrome di Wolff Parkinson White è una condizione caratterizzata da episodi di tachicardia “parossistica” (che vuol dire a comparsa e regressione improvvise) dovuta ad un circuito elettrico anomalo all’interno del cuore. La procedura di ablazione permette di eliminare in maniera definitiva il circuito anomalo. La procedura viene eseguita in anestesia locale, introducendo dei cateteri nel cuore; è a basso rischio ed efficace in una percentuale molto alta dei pazienti trattati. E’ oggi da considerare come prima scelta nella risoluzione definitiva di un problema come il suo, soprattutto se si possono verificare tachicardie con frequenze particolarmente elevate e quindi pericolose.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!