Salve dottore, vi contatto a nome di mio padre che ha 86 anni e da anni i valori del psa sono sempre alti. Ha gia subito 6 biopsie prostatiche con risultato sempre negativo. 2 anni fa ha anche avuto un ictus ischemico. Lo scorso anno a causa dell’aumento del psa a 29, l’urologo ha ritenuto evitare uleriori biopsie e far effettuare una scintigrafia ossea e radiografia alla colonna vertebrale. Fortunatamente i risultati sono stati negativi. Si è quindi deciso di proseguire a monitorare il psa continuando a prendere sylodix e avodart. Ieri a distanza di un anno ha ritirato le analisi ed il psa è salito a 51.08. Le volevo chiedere si può iniziare un piano terapeutico evitando ulteriori biopsie che peggiorerebbero il suo stato fisico? grazie