05-04-2018

Terrore tumore

Dottore buongiorno e buona Pasqua a lei, alla sua famiglia e a tutti i medici del sito.

Ringrazio in particolare il ddottor Piana. La aggiorno. Un urologo sostiene che io abbia una brutta prostatite, tesi condivisa dal medico pur senza fare esami. per iniziare mi ha dato una settimana di orudis dopo la quale farà visita ecografia. Non vuol sentire parlare di tumore vescica. La cura ha diminuito ad ora il bruciore post minzione al glande. Ma avverto sempre come una sorta di pressione all'interno del glande, mediamente ogni ora, che produce lo stimolo urinario. Crede possa esserci stenosi uretrale o residuo post minzione o rientra tutto nella prostatite? La notte mi alzo una sola volta, ma al risveglio la vescica è sempre piena. Dopo il colloquio con lo psichiatra per alcune ore sono stato meglio, ma davvero per poco. La quantità di urina è poca o normale, più che vescica piena è questa pressione interno glande. Ho ancora addome gonfio ed episodi di colite

Grazie auguri

Risposta di:
Dr. Giuseppe Quarto
Specialista in Andrologia e Urologia
Risposta

gentile utente la colite ovviamente è la causa principale della sua prostatite, il tumore alla vescica non può mai insorgere in una persona di 28 a

TAG: Disturbi dell'apparato uro-genitale | Disturbi gastrointestinali | Esami | Giovani | Salute maschile | Urologia