Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

28-06-2013

Test per anestetici locali predittivo ma con riserva

Egr.Prof. Buonasera, Sono allergico alla pennicellina e due anni fà oltre ad un brutto Schock anafilattico curato con adrenalina e cortisone dovetti togliere due denti che dopo la somministrazione dell'anestetico (LIDOCAINA) quasi si ripeteva lo stesso caso dell'antibiotico ( da improvvise vampate di calore a mancanza di aria) fortunatamente preso in tempo. Adesso devo togliere l'ultimo dente del giudizio e viste le difficoltà ma soprattutto il terrore ho eseguito i Prick test (MEPIVACAINA) seguiti da intradermici e challenge test ad 1,8 ml risultandone negativo.La domanda è ( con sua cortesia se possibile) quando l'anestesia (Mepivacaina) verrà fatta sarò negativo come i test dimostrano o potrebbero esserci delle differenze dai test essendo praticata in bocca ?
Risposta di:
Dr. Susanna Voltolini
Specialista in Allergologia e immunologia clinica e Medicina del lavoro
Risposta

Il test cutaneo seguito da challenge test per anestetici locali ha un valore predittivo molto elevato, cioè di concordanza con la successiva somministrazione del farmaco. Piuttosto strano è però che lei abbia presentato due reazioni allergiche gravi con farmaci così diversi, senza avere fattori di rischio particolari che la predispongano alle reazioni (es triptasi ematica elevata). Lo Specialista odontoiatra potrà  avere la precauzione di somministrare l'anestetico molto gradualmente e lei dovrà evitare se possibile di essere in preda al timore di reazioni, altrimenti potrà avvertire comunque tutti i sintomi.....

TAG: Allergie | Allergologia e immunologia clinica
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!