Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

02-04-2004

Trapianto di cellule staminali

Mio padre, a distanza di sei anni dal Trapianto di Midollo osseo con cellule staminali, presenta di nuovo i sintomi della mielodisplasia. Gli è stato prescritto il talidomide ma ha dovuto sospenderlo per l'improvviso aumento del valore dell'LDH (7000). Cosa si può fare per tamponare la situazione? C'è un modo per far aumentare in provetta le cellule staminali del donatore, il quale vista l'età (70 anni) ha paura di sottoporsi alle infusioni di fattori di crescita? Vi prego di rispondermi e Vi porgo i miei più cordiali saluti.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
E’ difficile darLe consigli senza un quadro clinico completo. L’età non dovrebbe essere un problema per l’uso dei fattori di crescita, la cui indicazione va data dall’ematologo che segue Suo padre.
TAG: Ginecologia e ostetricia | Organi Sessuali | Salute femminile
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!