Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

20-11-2018

Trattamento embolia polmonare

Le scrivo per mio fratello anni 75 nel mese di luglio 2018 ricoverato per EMBOLIA POLMONARE un trombo partito nella gamba e' andato a finire nei polmoni, ricovero per 15 giorni, adesso fa la cura con COUMADIN per far venire il sangue piu' liquido. La domanda che le voglio fare Dott. il trombo sara' gia' sciolto visto che siamo ad ottobre perche' se e' sciolto fa subito l'intervento alle vene della gamba ne ha una otturata per il 70% e altra domanda il COUMADIN lo dovra' prendere tutta la vita? perche' un NEUROCHIRURGO visto che mio fratello ha anche un Aneurisma in testa dal 2013 pero' sempre uguale di dimensioni 7 mm TAC fatta di recente, lui li suggerisce di toglierlo subito visto che fa uso di COUMADIN e appunto le ha detto il COUMADIN lo dovra' prendere fin che vive contrario dal chirurgo delle vene che dice togliamo la vena cosi' non prende piu' il COUMADIN non capisco piu' niente, grazie in anticipo.

Risposta di:
Dr. Alberto Cataldi
Specialista in Chirurgia generale e Chirurgia vascolare e angiologia
Risposta

Riguardo all'embolia polmonare adesso esistono farmaci più sicuri del cumadin che sono i NAO (anticoagulanti di nova generazione come xarelto, eliquis, lixiama,..) che hanno minore rischio emorragico e di complicanze. Se l'episodio di embolia polmonare è il primo occorre valutare come è il signore per decidere se proseguire a vita di norma il ciclo si fa per due anni se non sussistono altri cofattori, se ha avuto una trombosi venosa profonda la vena non può essere operata.

Necessita di calze elastiche a entrambe le gambe di adeguata comrpessione. per l'aneurisma cerebrale sarebbe utilea antiaggregante come cardioasa, ma le dico occorre una valutazione che tenga presente dei fattori di rischio associati che ha suo fratello, come peso, patologie associate etc. di norma dopo un episodio di tep a quest'età si somministrano i NAO a vita... ma le dico occorre una adeguata valutazione dopo un anno dal'episodio fino a quel momento occorre monitorare. dopo ripete angiotc polmonare, ecocardio vistita cardiologica ed esami ematici ecocolordoppelr venoso aa inferiori, e dopo si vedrà. il danno è cronico.

TAG: Anziani | Apparato circolatorio | Apparato Respiratorio | Cervello | Chirurgia vascolare | Malattie della circolazione | Malattie neurologiche | Neurochirurgia | Polmoni e bronchi | Sistema nervoso
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!