23-02-2006

Un mesetto fa ho accusato un forte dolore al

Un mesetto fa ho accusato un forte Dolore al torace e alla spalla, sotto alla scapola destra, quindi sono andata al pronto soccorso dove mi hanno fatto un elettrocardiogramma e un prelievo dal quale risultava: GLICEMIA 101, AZOTEMIA 26, CREATININEMIA 0.6, URICEMIA 4.0, SODIEMIA 137, POTASSIEMIA 3.8, CALCIEMIA 9.7, BILIRUBINEMIA TOTALE 0.77, BILIR. FRAZIONATA (bilirubina totale 7.8, Bilirubina coniugata 0.05), PROTEINEMIA TOTALE 7.8, TRANSAMINASI AST 20, ALT 22, FOSFATASI ALP 134, GGT 26, AMILASI PANCREATICA 36, LIPASEMIA 63, CK-MB massa 2.12, mioglobina 45, troponina T inferiore a 0.010, COLESTEROLO 204, TRIGLICERIDI 63. L'ECG era normale: non segni di ischemia in atto, quindi richiesero la consulenza chirurgica che riscontrò: addome trattabile, dolente in epigastrio ed emiaddome dx, peristalsi nelle norma. Utile eseguire ambulatoriamente ECO addome per studio vie biliari ed EGDS. Terapia con antispastici ed antidolorifici, dieta leggera. Quindi successivamente, poichè anche il dolore sotto la scapola destra aumentava, ho eseguito una gastroscopia che ha evidenziato un'ernia jatale e mi è stato prescritto un farmaco da prendere a digiuno, Nexium 40mg. Nonostante il farmaco, il dolore non cessava e quindi ho fatto un'ecografia addominale il cui referto dice: FEGATO DI VOLUME ENTRO I LIMITI SUPERIORI DELLA NORMA, CON MARGINI REGOLARI ED Ecostruttura STEATOSICA, RAPPRESENTATA DA ECHI DI NORMALE AMPIEZZA. LA COLECISTI DISTESA, A PARETI SOTTILI, ALITIASICA. DI REGOLARE CALIBRO IL COLEDOCO. NORMODISTESO L'ASSE VENOSO POPRTALE, CON REGOLARI VARIAZIONI DI CALIBRO IN RELAZIONE ALLE ESCURSIONI RESPIRATORIE. PANCREAS BENE DELINEATO CON WIRSUNG ESILE. MILZA REGOLARE PER MORFOVOLUMETRIA ED ECOSTRUTTURA. RENI IN SEDE, DI VOLUME CONSERVATO, CON REGOLARE SPESSORE DELL'ANELLO PARENCHIMALE E BUONA FIFFERENZIAZIONE CORTICOMIDOLLARE. HO ANCHE FATTO UNA RADIOGRAFIA DORSALE CHE HA EVIDENZIATO UN'ATTEGGIAMENTO SCOLIOTICO CON CURVA DESTROCONVESSA E CONSERVATA CIFOSI. APPUNTIMENTI OSTEOFITOSICI DI ALCUNE LIMITANTI SOMATICHE. SPAZI DISCALI DI AMPIEZZA ANCORA NEI LIMITI. Dopo aver effettuato tali indagini il medico non sa dirmi da che dipendono queste fitte sotto la scapola dx e quindi il gastroenterologo mi ha prescitto una TAC toracica di cui aspetto il referto ma che già, mi ha detto il radiologo, "non evidenzia grossi problemi". Ora ho anche dolore all'altezza dell'ultima costa dx con senso di gonfiore nell'addome superiore. A questo punto mi chiedo e vi chiedo: che cos'ho? Vi ringrazio e aspetto al più presto una risposta esauriente che mi tranquillizzi. Se può essere utile ho 42 anni sono alta 1.65 e peso 72 chili (sono in sovrappeso e non riesco a dimagrire ma non mangio proprio male perchè cerco di mangiare verdura o ortaggi, frutta ma anche proteine e pochi carboidrati ogni giorno, anche se in qualche periodo eccedo in salumi). Grazie.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
La sua condizione clinica merita un approfondimento che includa anche il colloquio diretto e la visita medica, in quanto, da ciò che riporta, non è possibile esprimere ipotesi diagnostiche affidabili. Tuttavia potrebbe il tutto dipendere dalla sindrome del coln irritabile, cioè un disturbo funzionale dell’intestino in assenza di lesioni anatomopatologiche evidenziabili.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!