16-07-2018

Urgente: degradazione della coscienza e danni al cervello

Mia zia è stata ricoverata nell'ospedale di città in seguito a una forte emicrania che persisteva da qualche tempo. Dopo vari esami, non essendo in grado di dare una diagnosi precisa, i medici hanno attribuito il problema a un'infezione di qualche tipo e hanno cominciato a somministrarle una cura a base di antibiotici,.

Dopo una settimana sembrava migliorare, ma ora c'è stato un peggioramento fulmineo; dice frasi di poco senso, sembra avere allucinazioni e i suoi movimenti sono estremamente smorzati. I medici hanno anche identificato cellule anomale all'interno del midollo osseo. Nonostante tutto ciò e il fatto che questa sia una questione di tempo, non sono ancora in grado di dirci nè quale sia il problema, che mi pare evidentemente grave, ne a quale ospedale specializzato dovremmo rivolgerci...

Per favore, ho bisogno di un'indirizzazione verso la radice del problema da parte di uno specialista, che mi dica soprattutto a quale tipo di ospedale dobbiamo rivolgerci,cosa a cui provvederemo immediatamente.

Risposta di:
Prof. Carlo Gandolfo
Specialista in Neurologia e Terapia fisica e riabilitazione
Risposta

A Pavia, sede universitaria, esistono tutte le competenze necessarie per chiarire il complesso quadro descritto. Sembra opportuna una visita all'Istituto Neurologico Mondino di Pavia.

TAG: Adulti | Anziani | Cervello | Esami | Farmacologia | Medicina interna | Neurologia | Sistema nervoso