Egregi Dottori, riporto il referto dell'ecocolordoppler scroto-testicolare appena effettuato: "Didimi ed epididimi nella norma per morfovolumetria ed ecostruttura. Assenza di lesioni focali solide o liquide. Non idrocele bilateralmente. Ectasia delle strutture venose di sinistra in sede funicolare e peri-testicolare, fino alla parte caudale dello scroto. Durante la manovra di Valsalva lo studio ecocolordoppler ha evidenziato la presenza di segnali di reflusso funicolare che si estende a livello peri-testicolare sino al polo inferiore del testicolo. Il quadro suddetto è indicativo di un varicocele sinistro di 3 grado in uno stadio fisio-anatomico di tipo "manifesto", caratterizzato dalla presenza di stasi venosa con sviluppo di varicosità cremasteriche (stadio iniziale)". Vorrei porVi alcune domande: -Il varicocele. se non trattato, potrà nel tempo causare altre malattie? Se sì, quali? -È sempre necessario l’intervento o si può convivere con un varicocele? Aggiungo che ho 44 anni, non avverto (ad oggi) sintomi particolari, e non ho intenzione di avere figli. Grazie per il tempo dedicatomi. Un cordiale saluto.