Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

19-04-2017

Vena rotta per prelievo eseguito male

Circa 30 giorni fa mi hanno eseguito un prelievo di routine nel luogo di lavoro! L'infermiera che ha eseguito il prelievo, totalmente impreparata, mi ha completamente distrutto la vena del braccio (con una farfallina)! Da quel giorno, il mio braccio, mi si addormenta completamente! Il dolore mi arriva fino alla spalla, impedendomi di dormire la notte! Il dolore parte dalle dita (medio e anulare) fino alla spalla, addormentandosi completamente. Può essere flebite? E come si cura? Non ne posso più!

Risposta di:
Dr. Alberto Cataldi
Specialista in Chirurgia generale e Chirurgia vascolare e angiologia
Risposta

Se fosse stato toccato il nervo, i sintomi sarebbero migliorati; le consiglio di eseguire un ecocolordoppler per escludere la trombosi "flebite", ma sarebbe meglio che la visitasse prima un medico prima di trarre conclusioni affrettate. Se vi è una trombosi occorre iniziare un trattamento con eparine a basso peso molecolare, se invece è un danno sul nervo meglio un parere medico con un buon esame obiettivo per chiarire il tutto.
Purtroppo i prelievi con ago a farfalla anche se fatti dal miglior infemiere possono dare tali aspetti, se la vena è di difficile reperire. Dunque le consiglio una visita dal suo medico di fiducia. Buona giornata.

TAG: Apparato circolatorio | Chirurgia | Chirurgia vascolare | Malattie della circolazione | Medicina generale
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!