Fibrosi cistica

La fibrosi cistica è una malattia genetica che altera le funzioni respiratorie, digestive e dell'apparato riproduttivo. Colpisce le cellule epiteliali che formano il rivestimento dei polmoni, del pancreas, del fegato, delle ghiandole sudoripare, dell'apparato digerente e di quello riproduttivo. In condizioni normali, le cellule epiteliali rilasciano uno strato di muco che trattiene la polvere e i germi, e svolge una funzione lubrificante. Le persone affette da fibrosi cistica ereditano un gene che fa produrre alle cellule epiteliali una proteina difettosa. Questa proteina porta alla formazione di uno strato di muco spesso e appiccicoso, che causa seri problemi. Questo muco alterato può intasare i dotti bronchiali e interferire con la respirazione, provocando tosse, respiro affannoso e affaticamento; può compromettere la digestione e l'assimilazione di varie sostanze, causando ritardi nella crescita e nella possibilità di aumentare di peso, e provocare diarrea cronica. I sintomi più comuni della fibrosi cistica sono tosse persistente, difficoltà ad aumentare di peso, feci grasse e pelle dal sapore molto salato nei bambini. La cura delle fibrosi cistica dipende dallo stadio della malattia e dagli organi colpiti.