A Natale il buon appetito si accompagna con un bicchier d'acqua

a natale il buon appetito si accompagna con un bicchier d acqua
Redazione Paginemediche Redazione Paginemediche

Auguri di buon Natale e felice anno nuovo: ogni cosa intorno a noi grida questo messaggio. L’atmosfera si è ormai intenerita, ogni occasione è buona per scambiarsi baci e abbracci insieme a panettoni e cestini natalizi.

Pranzo di Natale e cenone di Capodanno sono alle porte. Sappiamo già che saranno una bella sfida per il nostro peso forma e che quel gonfiore addominale post-abbuffata (che ogni anno speriamo di non incontrare) si ripresenterà puntuale.

Inevitabilmente, queste occasioni si trasformano in vere e proprie scorpacciate e al mattino seguente molti di noi si svegliano con una fastidiosa sensazione di pesantezza.

Che fare? Smaltire le calorie introdotte con una passeggiata a fine pasto rappresenta una mossa prêt-à-porter. Non solo: assumere un’adeguata quantità di acqua (500-700 ml) durante i pasti aiuta a favorire i processi digestivi, migliorando la consistenza degli alimenti ingeriti.

L’acqua rappresenta infatti un nutriente essenziale che favorisce la regolarità intestinale, poichè permette alle fibre di svolgere la loro funzione: queste, a contatto con l'acqua, tendono a gonfiarsi e, premendo sulle pareti dell'intestino, ne stimolano le contrazioni favorendo la velocità di transito.

In particolare per chi ha difficoltà a digerire è utile un'acqua minerale di tipo bicarbonato-solfato: questi due sali minerali, il bicarbonato e il solfato, stimolano fegato e Pancreas, favorendo l'azione degli enzimi digestivi ed abbassando l'acidità dello Stomaco e dell'intestino.

Quando assumere l’acqua? Ai pasti principali e durante tutto l’arco della giornata, meglio se a temperatura ambiente. E quale abbinare alle diverse portate per godersi al meglio i diversi sapori? Per una cena a base di pesce meglio una buona acqua oligominerale, piatta o leggermente frizzante. Per piatti più sostanziosi come carni rosse e salse meglio un’acqua minerale gassata.

 

Bibliografia:

  • World J Gastroenterol. 2012 Mar 7;18(9):930-7: Beneficial effect of sulphate-bicarbonate-calcium water on gallstone risk and weight CONTROL.
  • Toxqui L, Pérez-Granados AM, Blanco-Rojo R, Vaquero MP, “A sodium-bicarbonated mineral water reduces gallbladder emptying and postprandial lipaemia: A randomised four-way crossover study”. Institute of Food Science, Technology and Nutrition (ICTAN), Spanish National Research Council (CSIC), C/José Antonio Novais 10, 28040, Madrid, Spain.

 

Endorsed by:

 

 

Osservatorio Sanpellegrino

 

Il punto di vista
Malattie dell'apparato respiratorio

L’acqua rappresenta uno strumento facile e a portata di mano con cui andare ad agire sull’omeostasi del nostro corpo: è infatti coinvolta nei maggiori processi metabolici dell’organismo, come la digestione. Ecco perché risulta un’arma vincente.

In particolare, le acque bicarbonato alcaline neutralizzano l’acidità intra-gastrica e hanno un effetto stimolante sulla motilità dello stomaco; le bicarbonato solfate influenzano invece lo svuotamento della colecisti e il rilasciamento dello sfintere di Oddi, aumentando la velocità di transito nel tratto stomaco-intestino, la stimolazione delle secrezioni biliari-pancreatico-gastriche, infine hanno un’azione trofica antitossica sul parenchima epatico, contribuendo al miglioramento della funzione digestiva.

Esistono infine le acque bicarbonato-solfato-alcalino-terrose, in grado di favorire lo svuotamento della colecisti già dopo dieci minuti dalla loro assunzione e stimolare la motilità del tratto gastrointestinale superiore, rappresentando così un valido strumento terapeutico nel trattamento delle sindromi correlabili con una digestione difficile.

Per questo il consiglio è di non dimenticare un bicchiere d’acqua minerale tra una portata e l’altra per un Natale all’insegna del buon cibo e della compagnia dei propri affetti.

08/06/2015
16/12/2013
TAG: Nutrizione | Scienza dell'alimentazione | Dieta | Inverno | Stomaco e intestino