Sogni d’oro in un bicchier d’acqua

sogni d oro in bicchier d acqua

L’insonnia è un problema molto più diffuso di quanto non si pensi. Stando alle ricerche, funesta le notti di quasi un italiano su tre.

Cambiamenti climatici, ansia e stress da lavoro e impegni vari che si moltiplicano, problemi personali e difficoltà a scaricare l’adrenalina della giornata: i fattori che incidono sulla qualità del sonno sono molteplici e non sempre gestibili.

E considerando quanto proprio la qualità del Sonno sia un fattore delicatissimo nello stato di salute generale della persona, trovare delle vie che ci aiutino a “prenderci cura” del nostro riposo diventa quanto mai prezioso.

Tra queste, pochi lo sanno, un’utile arma è l’idratazione: bere una quantità adeguata di acqua prima di andare a letto agevola infatti i processi digestivi, distendendo e conciliando il riposo.

L’acqua è un elemento fondamentale per favorire la regolarità intestinale in quanto permette alle fibre di svolgere la loro funzione. A contatto con questo elemento, infatti, tendono a gonfiarsi e, premendo sulle pareti dell’intestino, ne stimolano le contrazioni favorendo la velocità di transito, migliorando il processo digestivo ed evitando così di appesantire il riposo.

Secondo alcuni studi, per chi ha difficoltà a digerire è particolarmente utile un’acqua minerale di tipo bicarbonato-solfato: questi due sali minerali, il bicarbonato e il solfato, aiutano infatti la Digestione poiché stimolano fegato e pancreas e favoriscono l’azione degli enzimi digestivi, abbassando l’acidità dello Stomaco e dell’intestino. Le disfunzioni del tratto biliare ed enterico, infatti, sono sempre più in aumento a causa dello stress, delle abitudini alimentari e della vita moderna: ecco perché è bene prendersi cura della propria digestione, affidandosi anche ad elementi preziosi come l’acqua, che migliora i sintomi e cura alcuni meccanismi fisiopatologici.

Un altro elemento importante del sonno è la sua “continuità”. Quante volte vi capita di riuscire a prendere sonno per poi svegliarvi nel pieno della notte per un qualunque motivo e rimanere con l’occhio sbarrato fino al mattino? Soprattutto per chi soffre d’insonnia, l’interruzione del sonno è da evitare come la peste. Quindi, per esempio, è importante non esagerare con l’assunzione complessiva di liquidi durante la serata, in modo da non essere costretti ad alzarsi durante la notte per andare al bagno.

L’obiettivo medio per un buon recupero, ci dicono gli esperti, è di almeno 8 ore di sonno a notte.

Come sempre, l’importante è ascoltare il nostro corpo e le sue esigenze, riposarci di più se siamo stanchi, recuperare se abbiamo fatto tardi la sera prima, rilassarci prima di metterci a letto o andare dritti a dormire a seconda di cosa concilia meglio il nostro sonno.

L’importante, è che sia una 'buonanotte'.

 

Per approfondire

Controllare lo stress con un bicchier d’acqua

 

Endorsed by:

 

Osservatorio Sanpellegrino
10/04/2015
05/09/2013