Sedici milioni di italiani fanno i conti con problemi sessuali. Dall’Eiaculazione precoce al Vaginismo, dalla disfunzione erettile all’anorgasmia, il numero di italiani che non vivono una vita sessuale soddisfacente ma, al contrario, complessa e problematica, è in aumento.

E sono in crescita i matrimoni bianchi, le unioni nelle quali la vita sessuale è pressoché assente, una condizione che provoca il 20% delle separazioni. A fare il punto sono gli esperti dell’Aogoi (Associazione dei ginecologi e ostetrici ospedalieri) e della Siu (Società italiana di Urologia) che elencano quali sono i disturbi sessuali più diffusi.

4 milioni di italiani fanno i conti con l’eiaculazione precoce, un problema che viene spesso sottodiagnosticato e mal curato, e che è strettamente collegato con l’anorgasmia femminile (l’impossibilità o la difficoltà di raggiungere l’orgasmo) che interessa 4,5 milioni di donne. E ancora, disfunzione erettile (il cui rischio sale con l’aumentare dell’età) che colpisce tre milioni di uomini ma viene trattata solo nel 10% dei casi.

Anche in questo caso un disturbo sessuale maschile è connesso con uno femminile: in molti casi, infatti, la disfunzione erettileè connessa con il vaginismo nella partner (caratterizzato dalla contrazione involontaria dei muscoli della vagina durante il rapporto sessuale) che interessa un milione di donne.

Il 12% delle donne inoltre soffre di Dolore genitale durante la penetrazione (dispareunia), un disturbo che colpisce soprattutto dopo la menopausa. Infine sono in aumento i disturbi legati alla mancanza di desiderio: ne soffrono 2,5 milioni di donne e il 15% degli uomini nella fascia di età 15/60 anni.

I numeri presentati dagli esperti, dunque, delineano i contorni di un’emergenza che si allarga sempre più: un’insoddisfacente vita sessuale incide negativamente sulla qualità della vita delle persone, ma anche su quella della coppia. L’apertura dei 'Dipartimenti della salute sessuale per la coppia' prevista per questo autunno è una risposta immediata a questi problemi: l’iniziativa è frutto della collaborazione tra Siu e Aogoi e si propone di dare un supporto e un aiuto alle coppie alle prese con disturbi della vita sessuale. Il primo ambulatorio aprirà a Napoli, seguiranno Milano, Roma e Palermo.