Insoddisfazione sessuale: un test per misurarla

insoddisfazione sessuale un test per misurarla

Ma quanto “pesa” l’ Eiaculazione Precoce sulla vita sessuale di una donna? Un test basato sulla “Female Sexual Distress Scale” aiuta a scoprirlo

*: 13 semplici domande che consentono alla donna di “misurare” la propria insoddisfazione sessuale e di prendere consapevolezza di quanto può essere realmente serio il proprio disagio quando lui non riesce a controllare la sua passione. E iniziare a reagire convincendolo ad andare dal medico.


“Con quale frequenza ti sei sentita”:
Rispondere attribuendo un punteggio da 0 a 5 dove: 0=“mai”, 1=“raramente”, 2=“occasionalmente”, 3=“frequentemente”, 4=“sempre”

1. Angosciata dalla tua vita sessuale

2. Infelice per un tuo rapporto sessuale

3. In colpa per delle difficoltà sessuali

4. Frustrata dai tuoi problemi sessuali

5. Stressata a causa del sesso

6. Inferiore a causa di problemi sessuali

7. Preoccupata per il sesso

8. Sessualmente inadeguata

9. Con rimpianti per la tua sessualità

10. Imbarazzata a causa di problemi sessuali

11. Insoddisfatta della tua vita sessuale

12. Arrabbiata per la tua vita sessuale

13. Infastidita da un basso desiderio di fare sesso
 

       
  • Da 0 a 8: Il risultato del test suggerisce che sei una persona che vive la propria sessualità in maniera sana e soddisfacente.
  •    
  • Da 9 a 18: il risultato del test suggerisce che hai una vita sessuale tendenzialmente soddisfacente, fatta eccezione per alcuni momenti di disagio.
  •    
  • Da 19 a 32: il risultato del test suggerisce che sei una persona che tende a vivere la propria sessualità in maniera insoddisfacente e/o frustrante. Prova a parlarne con il tuo partner: insieme a lui potresti trovare la soluzione al tuo disagio.
  •    
  • Da 33 a 52: il risultato del test suggerisce che vivi la tua sessualità in maniera insoddisfacente e/o frustrante, con probabili caratteristiche patologiche. Parlane con il tuo partner e rivolgiti con fiducia ad uno specialista che saprà consigliarti per risolvere il problema.

 


* DeRogatis L., Clayton A., Lewis-D’Agostino D., Wunderlich G., Fu Y., J. Sex Med 2008;5:357–364
07/04/2015
28/09/2010
TAG: Ginecologia e ostetricia | Salute femminile | Organi Sessuali | Sessualità