Malattie reumatiche: un decalogo per riconoscerle

malattie reumatiche un decalogo per riconoscerle

Dieci sintomi per conoscere le malattie reumatiche. Un vero e proprio decalogo per aiutare chi soffre di sintomi diversi e difficili da decifrare, per riconoscere una malattia reumatica e intervenire tempestivamente con cure adeguate.

Lo hanno messo a punto gli esperti della FIRA - Fondazione Italiana per la Ricerca sull’Artrite che, insieme alla Società Italiana di Reumatologia, ha promosso in Italia l’ultima edizione della Giornata Mondiale delle Malattie Reumatiche.

Riconoscere tempestivamente una malattia reumatica è di grande importanza per permettere a medici e pazienti di affrontarla adeguatamente, eppure questa patologia è subdola e inizialmente silente: i primi sintomi sono spesso difficili da interpretare e ‘mettere insieme i pezzi’ può rivelarsi un compito difficile.

Vediamo nel dettaglio quali sono i sintomi che dovrebbero essere presi in considerazione e sottoposti all’attenzione di un medico:

  • Un dolore o gonfiore alle articolazioni delle mani o dei polsi che perduri da più di tre settimane;
  • Una rigidità articolare che dura per più di un’ora immediatamente dopo il risveglio;
  • il gonfiore improvviso di un’articolazione senza che vi sia stato alcun Trauma;
  • Nei soggetti giovani, un Dolore di tipo sciatico, intermittente, che sale fino al ginocchio e che aumenta con il riposo e diminuisce quando si fa attività fisica;
  • Lo sbiancamento delle dita a causa di un’emozione o di un cambiamento climatico;
  • La sensazione di secchezza o sabbia negli occhi, associata a secchezza della bocca e dolori articolari o muscolari;
  • Arrossamento del viso che peggiora a seguito dell’esposizione ai raggi solari e associati a dolori articolari;
  • Nei soggetti over-50 improvviso dolore alle spalle e difficoltà ad alzarsi da una poltrona, generalmente accompagnato da calo di peso e mal di testa;
  • Nelle donne in post-menopausa o in soggetti che assumono cortisonici un dolore improvviso alla schiena dopo uno sforzo o il sollevamento di un peso;
  • Nel paziente con psoriasi o con familiari affetti da questa malattia, si potrebbe registrare la comparsa di dolori articolari o al tallone o alla colonna vertebrale.

Dieci suggerimenti utili e piuttosto precisi, che possono facilitare la Diagnosi precoce delle malattie reumatiche che, se trascurate, possono degenerare compromettendo la qualità della vita, oltre che la salute, e che possono portare all’invalidità.

Nel nostro Paese soffrono di malattie reumatiche circa cinque milioni di persone, 300.000 delle quali sono colpite da artrite reumatoide, e il numero di pazienti sembra essere destinato ad aumentare nei prossimi anni con conseguenze davvero imponenti soprattutto sul piano sociale.

Il tema dell’ultima edizione della Giornata Mondiale dedicata alle Malattie Reumatiche è stato, infatti, Let's work together: si calcola che ogni anno, a causa di queste malattie, si perdano ben 20 milioni di giorni di lavoro e che, dopo dieci anni dalla diagnosi della malattia, la metà dei pazienti non abbia più un lavoro.

Sul sito del World Arthritis Day 2009  è possibile compilare un questionario per offrire la propria testimonianza in tema di lavoro e malattie reumatiche.

I risultati di questa indagine internazionale saranno analizzati per discutere a livello globale di strategie per favorire l’accesso al lavoro anche a chi soffre di patologie reumatiche

Il punto di vista
Reumatologia

Diagnosi precoce e trattamenti adeguati consentono alla maggior parte dei pazienti la remissione della malattia. In dieci anni è cambiato il futuro dei malati.

 

25/11/2015
20/10/2009
TAG: Reumatologia