La stampa internazionale ha immediatamente coniato per il flibanserin il nome di “Viagra rosa”. Approvato dalla Food and Drug Administration qualche settimane fa il nuovo farmaco che promette di riaccendere la libido femminile sbarcherà sugli scaffali delle farmacie statunitensi il prossimo 17 ottobre.

La decisione della FDA non ha mancato di accendere e polemiche. Da un lato i sostenitori del farmaco, che hanno accusato l’ente statunitense preposto al controllo e alla sicurezza dei farmaci di non avere a cuore l’interesse delle donne, dall’altro quelli che mettono in luce gli EFFETTI COLLATERALI del farmaco e dubitano che il calo del desiderio sessuale delle donne possa essere curato con un farmaco.
 

Ma cos’è il Viagra Rosa?

La molecola flibanserin nasce in laboratorio come antidepressivo. La sua azione, infatti, coinvolge direttamente i recettori della serotonina, un neurotrasmettitore che gioca un ruolo chiave nello sviluppo di disturbi dell’umore, e su quelli della dopamina e noradrenalina. 

Gli studi condotti in laboratorio e sui topi misero in luce che più che contro la Depressione la molecola riusciva ad essere efficace contro il calo della libido. Uno dei suoi effetti collaterali, infatti, nel trattamento della depressione era proprio un aumento notevole del desiderio sessuale. Da qui la decisione di invertire la rotta e testarne l’efficacia in questo campo. Anni di sperimentazione hanno portato qualche certezza. Agendo sui recettori “della felicità” il farmaco contribuisce ad aumentare il desiderio sessuale femminile, che resta tuttavia pur sempre un labirinto misterioso nel quale le problematiche fisiche non sempre hanno ragione su quelle psicologiche ed emotive. Ma tant’è, dopo anni di richieste di approvazione presso la FDA e due bocciature, legate soprattutto ai pesanti effetti collaterali che possono manifestarsi, arriva adesso l’approvazione al commercio del flibanserin per il trattamento del disordine ipoattivo del desiderio sessuale.