Via libera al Viagra Rosa, che riaccende la libido femminile

via libera al viagra rosa che riaccende la libido femminile
Health & News Health & News
La stampa internazionale ha immediatamente coniato per il flibanserin il nome di “Viagra rosa”. Approvato dalla Food and Drug Administration qualche settimane fa il nuovo farmaco che promette di riaccendere la libido femminile sbarcherà sugli scaffali delle farmacie statunitensi il prossimo 17 ottobre.

La decisione della FDA non ha mancato di accendere e polemiche. Da un lato i sostenitori del farmaco, che hanno accusato l’ente statunitense preposto al controllo e alla sicurezza dei farmaci di non avere a cuore l’interesse delle donne, dall’altro quelli che mettono in luce gli EFFETTI COLLATERALI del farmaco e dubitano che il calo del desiderio sessuale delle donne possa essere curato con un farmaco.
 

Ma cos’è il Viagra Rosa?

La molecola flibanserin nasce in laboratorio come antidepressivo. La sua azione, infatti, coinvolge direttamente i recettori della serotonina, un neurotrasmettitore che gioca un ruolo chiave nello sviluppo di disturbi dell’umore, e su quelli della dopamina e noradrenalina. 

Gli studi condotti in laboratorio e sui topi misero in luce che più che contro la Depressione la molecola riusciva ad essere efficace contro il calo della libido. Uno dei suoi effetti collaterali, infatti, nel trattamento della depressione era proprio un aumento notevole del desiderio sessuale. Da qui la decisione di invertire la rotta e testarne l’efficacia in questo campo. Anni di sperimentazione hanno portato qualche certezza. Agendo sui recettori “della felicità” il farmaco contribuisce ad aumentare il desiderio sessuale femminile, che resta tuttavia pur sempre un labirinto misterioso nel quale le problematiche fisiche non sempre hanno ragione su quelle psicologiche ed emotive. Ma tant’è, dopo anni di richieste di approvazione presso la FDA e due bocciature, legate soprattutto ai pesanti effetti collaterali che possono manifestarsi, arriva adesso l’approvazione al commercio del flibanserin per il trattamento del disordine ipoattivo del desiderio sessuale.
Il punto di vista
Ginecologia e ostetricia
La denominazione di “Viagra Rosa” è un artefatto per pareggiare i conti con la celeberrima pillola blu in primis per una giustizia di genere, tematica molto di moda.  

Nella pratica i due farmaci non sono paragonabili: hanno meccanismi d’azione diversi e soprattutto indicazioni “terapeutiche differenti” se di terapia si può parlare. In comune, sia la disfunzione erettile che il calo ipoattivo del desiderio femminile non sono malattie a rischio di vita o salute. Sono però due condizioni che alterano la qualità della vita in chi ne soffre ed è giusto che la medicina trovi i rimedi, anche farmacologici, a condizione di non compromettere la salute e non strumentalizzare il mercato farmacologico. 

La Sprout Pharmaceuticals statunitense, in fase di approvazione del Flibanserin, non a caso ha lanciato una martellante campagna dal titolo “Pareggiamo i risultati - 26-0” per evidenziare l’assenza in commercio di prodotti per la sessualità femminile a fronte dei 26, a suo dire, disponibili per quella dei maschi. Come risposta, esponenti per la parità dei diritti dei sessi e alcuni medici hanno accusato la FDA di rispondere alle pressioni delle aziende farmaceutiche che sfruttano le tematiche femministe. La FDA ha respinto al mittente e, se pure con l'assenso non unanime dei commissari (18 voti a favore e 6 contrari) e due precedenti bocciature dello stesso prodotto,  ha autorizzato l’immissione in commercio del Flibanserin.

Secondo la valutazione economica di Bloomberg Intelligence, Flibanserin potrebbe fruttare circa 150 milioni di dollari entro il 2015, con un potenziale di mercato di 1.3 miliardi di dollari all’anno a partire dal 2016. 

Ma, al di là delle diatribe, Flibanserin sarà un reale aiuto per una migliore sessualità femminile?
Vediamo di fare chiarezza. Controindicazioni, effetti collaterali ed avvertenze sulle precauzioni d’uso sono riportate sul bugiardino consultabile anche in web. Flibanserin non è un integratore ma un farmaco, e come tale richiede la prescrizione medica con relativa valutazione sull’opportunità di assunzione da parte del medico che prescrive una compressa alla sera per almeno tre mesi. 

Secondo queste indicazioni, a beneficiare di Flibanserin non saranno tutte le donne. Del resto gran parte dei dati su flibanserin non arrivano da studi sulla popolazione generale ma solo da quelli sulle donne in pre e post-menopausa, periodi della vita in cui il desiderio sessuale cala parallelamente al calo degli ormoni, estrogeni  in particolare. Non è chiaro se anche per under 40 poco libidinose ma con tutti gli ormoni al posto giusto Flibanserin può far ritrovare la voglia di fare sesso. Come non è chiaro per quanto tempo può essere assunto e per quanto tempo ancora, dopo la sospensione, è possibile usufruire degli eventuali benefici acquisiti. 

Ultimo aspetto non chiaro è per le over-post-menopausa-da-un-tot. La FDA non lo ha autorizzato forse perché se anche Flibanserin aiuta a risolvere la voglia e il desiderio di fare sesso a livello mentale, non è detto che si riesca in quanto flibanserin non agisce sulla lubrificazione vaginale. Una performance sessuale soddisfacente nasce dall’attiva collaborazione del binomio mente-genitali: che cosa vuole la mente e ciò che può fare il corpo.

Nella mente nasce il desiderio, ovvero una delle componenti dell’eros definibile come la fase che prefigura e rafforza il piacere sessuale. Il desiderio a sua volta innesca l'eccitazione genitale, erezione nell’uomo e lubrificazione nella donna. Per quest'ultima sono oggi disponibili trattamenti laser di fotoringiovanimento vaginale (Monnalisa TouchTM) per il ripristino della normale lubrificazione vaginale anche in post-menopausa.
19/09/2015
17/09/2015
TAG: Farmacologia | Salute femminile | Sessualità | Organi Sessuali