04/12/2015

Aumenta l'aspettativa di vita, attenzione a invecchiare in buona salute

aumenta l aspettativa di vita attenzione a invecchiare in buona salute
Come stanno gli italiani? Se lo domandano gli esperti dell'ISTAT ogni anno all'atto della presentazione del Bes, il rapporto che analizza il benessere equo e sostenibile in Italia.
Leggi anche:
I segreti per una lunga vita? Prudenza e coscienza!
Il segreto della longevità non sarebbe l’ottimismo, e nemmeno l’assenza di stress, ma una certa prudenza, la capacità di mantenersi in attività facendo progetti e impegnandosi per concretizzarli.
Questi i dati presenti nel Bes 2015.
  • la vita media in Italia è di 82,9 anni e il nostro Paese si colloca al secondo posto della classifica europea, dopo la Spagna
  • la speranza di vita alla nascita aumenta anno dopo anno, nel 2004 era di 80,7 anni e nel 2013 è di 82,2 anni in media (per gli uomini 80,3 anni e per le donne 85,2 anni). Tuttavia non è detto che si viva più a lungo in buona salute: la speranza di una vita senza limitazioni funzionali a 65 anni è pari a 9,2 anni. In pratica una donna a 65 anni  può ragionevolmente aspettarsi di vivere ancora 22 anni ma di questi solo 9 saranno vissuti senza limitazioni funzionali
  • il tasso di mortalità infantile è da anni tra i più bassi d'Europa con 30 decessi ogni 10mila nati vivi
  • aumenta la mortalità per demenze e malattie mentali che nel 2012 si attesta su 27,3 decessi ogni 10mila abitanti: è una delle conseguenze dell'invecchiamento della popolazione
  • diminuiscono i fumatori - il 20% degli over 14 – e resta stabile il dato relativo alle persone obese e in sovrappeso (44,6%)
  • si acuiscono le differenze territoriali: al Sud la vita media è più breve anche di un anno rispetto al Nord e il gap aumenta se si guarda agli anni vissuti in buona salute. Nel Nord la speranza di vita in buona salute ha un valore di 5 anni superiore rispetto al Sud.
TAG: Igiene e medicina preventiva | Geriatria | Anziani | Medicina generale