Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

06/09/2018

Giornata Mondiale della Fisioterapia

giornata mondiale della fisioterapia
Mara Pitari
Scritto da:
Mara Pitari
Giornalista & web content editor

Accendere per un giorno i riflettori sull’importante contributo del fisioterapista sulla salute delle persone. È l’obiettivo della Giornata Mondiale della Fisioterapia, fissata per sabato 8 settembre e organizzata dal 1996 dalla World Confederation for Physical Therapy (Wcpt).

Giornata Mondiale della Fisioterapia: la campagna #LeManiGiuste

In Italia le iniziative per la Giornata Mondiale sono coordinate dall’Associazione Italiana Fisioterapisti (Aifi) che aderisce tramite tutte le sedi regionali impegnate in questi giorni nell’organizzazione degli eventi mirati a informare il cittadino sia sul ruolo del fisioterapista nella propria salute,  sia su quanto questa scelta sia la più sicura, efficace e vincente. 

Il fisioterapista lavora in tanti ambiti della riabilitazione ma anche della prevenzione. Spesso, però, il cittadino non lo sa. Si può andare dal fisioterapista anche per prevenire il mal di schiena . E ancora, quando si ha un problema di incontinenza, il fisioterapista può essere di aiuto. 

Un supporto, quello offerto dal fisioterapista al benessere del paziente, tuttavia messo a repentaglio dall’alta percentuale di abusivi presenti sul territorio. Ecco perché l’Aifi ha dato vita alla campagna #LeManiGiuste, che ha lo scopo di far capire che il fisioterapista lavora in molti ambiti della riabilitazione e della prevenzione. Ma è fondamentale affidarsi a mani sicure, quelle di un professionista legalmente riconosciuto e competente. Per far conoscere meglio questa figura, anche per il 2018 l’associazione ha realizzato una serie di 57 cartoline illustrate distribuite su tutta la penisola e pubblicate, a questo link, sul sito di Aifa.

Giornata Mondiale della Fisioterapia: il convegno

Che cosa succede l’8 settembre? A Tirrenia (Pisa) l’Hotel Continental di via Belvedere, 26, ospiterà dalle 9 il convegno a carattere nazionale “Un professionista all’inizio dell’Ordine”. Per chi è del mestiere, il 2018 sarà ricordato come momento fondamentale per il riconoscimento professionale del fisioterapista.

Il 15 febbraio, infatti, è entrata in vigore la legge n. 3 dell’11 Gennaio 2018 recante “delega al Governo in materia di sperimentazione clinica di medicinali nonché disposizioni per il riordino delle professioni sanitarie e per la dirigenza sanitaria del Ministero della Salute”, la quale ha previsto la costituzione dell’Ordine dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione (in seguito Ordine Tsrm-Pstrp).

Con il successivo decreto attuativo del 13 Marzo 2018 del Ministro della Salute, sono stati istituiti gli albi di tutte le professioni sanitarie del nuovo ordine professionale, fra cui l’albo del Fisioterapista. Lo scorso anno era stata, d’altro canto, approvata la legge (n. 24, 8 Marzo 2017) sulla Responsabilità professionale. L’attività dell’Associazione italiana Fisioterapisti è dunque molto fervida ultimamente, e in particolare in Toscana si sta discutendo del nuovo piano sanitario. Presupposti teorici che fanno da sfondo al convegno in programma sabato prossimo. L’evento è rivolto a tutti i fisioterapisti ed è gratuito per i soci Aifi, mentre prevede una quota di iscrizione di 50 euro per i non soci. La richiesta di iscrizione si può effettuare online.

Per approfondire guarda anche: “Fisioterapia per il trattamento dell'osteoartrite”

Leggi anche:
Pesanti sforzi fisici e una postura scorretta sono tra le cause più comuni del mal di schiena. Ecco come alleviare il dolore.
TAG: Adolescenti | Adulti | Anziani | Eventi salute | Giovani | Medicina fisica e riabilitativa | Muscoli | Ossa | Prevenzione | Sistema Muscolo-Scheletrico | Terapie
Mara Pitari
Scritto da:
Mara Pitari
Giornalista & web content editor