Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

18/05/2016

Dal 23 al 27 maggio informazione e prevenzione in tutta Italia per i problemi legati alla tiroide

dal 23 al 27 maggio informazione e prevenzione in tutta italia per i problemi legati alla tiroide
Rosaura Bonfardino
Scritto da:
Rosaura Bonfardino
Giornalista esperta in salute e benessere

Prevenzione, diagnosi e cura a tutte le età. È il filo rosso che lega l'edizione 2016 della Settimana Mondiale della Tiroide che si celebra dal 23 al 27 maggio.
'La tiroide dal bambino all'anziano' è, infatti, lo slogan della manifestazione che si pone come obiettivo quello di sensibilizzare l'opinione pubblica e il mondo scientifico sui crescenti problemi legati alle malattie della tiroide, con particolare riguardo all'azione preventiva della iodoprofilassi.

La tiroide

Si tratta di una ghiandola che svolge nell'organismo una funzione importantissima tant'è che se non funziona bene ne risente tutto il corpo. La tiroide si occupa di secernere l'ormone tiroideo, controllando il funzionamento della crescita corporea, del battito cardiaco, lo sviluppo del sistema nervoso centrale, la parola, la vista, i muscoli, la pelle e molto altro. A dispetto, dunque, delle sue dimensioni piuttosto ridotte, le sue funzioni sono davvero tantissime. Per funzionare in modo corretto ha bisogno di iodio. Nei casi di un suo scarso apporto, si possono verificare problemi come il gozzo, ovvero l'aumento del volume tiroideo o la formazione di noduli. Fortunatamente la maggior parte delle malattie della tiroide può essere curata nelle fasi iniziali senza importanti conseguenze sulla salute. Le malattie tiroidee, infatti, se correttamente identificate non portano a conseguenze cliniche rilevanti, ma devono essere usati farmaci certificati e mai prodotti con contenuto di ormoni non assicurato.

Perché focalizzarsi soprattutto su bambini e anziani?

La manifestazione volge uno sguardo particolare ai più piccoli e ai più adulti perché le patologie tiroidee sono piuttosto frequenti tra di loro. I noduli tiroidei sono palpabili nel 5 per cento dei soggetti. I noduli di dimensione minore, che si possono rilevare attraverso le ecografie, si trovano però nel 50-60 per cento della popolazione, con un fattore di aumento maggiore che accresce con l'età. Ciò avviene soprattutto tra le donne, tant'è che un ipotiroidismo lieve si riscontra, infatti, in quasi 1 donna su 10 oltre i 60 anni.

Leggi anche:
Il malfunzionamento della tiroide provoca ipotiroidismo o ipertiroidismo. Prima di una terapia sono necessari esami del sangue ed ecografia.

La Settimana Mondiale

In Italia la Settimana Mondiale è promossa da associazioni e società scientifiche che si occupano di malattie della tiroide, quali il Comitato delle Associazioni Pazienti Endocrini (CAPE), l'Associazione Italiana della Tiroide (AIT), l'Associazione Medici Endocrinologi (AME), la Società Italiana di Endocrinologia (SIE), l'European Thyroid Association (ETA) e la Società Italiana di Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica (SIEDP).
Quest’anno è prevista più che mai anche un’ampia diffusione della manifestazione via internet attraverso i vari social network. A riguardo, infatti, ognuno sul sito della Settimana Mondiale della Tiroide può segnalare tramite mail o contatto telefonico le iniziative presenti nella propria città, ma è anche possibile consultare una mappa in cui una farfalla rosa indica città per città le manifestazioni previste per ogni regione.

Incontri con studenti, visite e screening gratuiti, stand informativi sull'uso del sale iodato specie in età infantile e sull'importanza della prevenzione.


Per approfondire guarda anche “Malattie della tiroide“

TAG: Endocrinologia e malattie del ricambio | Eventi salute | Ghiandole e ormoni
Rosaura Bonfardino
Scritto da:
Rosaura Bonfardino
Giornalista esperta in salute e benessere