09/02/2015

Il pieno di frutta per combattere la depressione

Per tenere lontana la depressione uno studio consiglia di fare il pieno di frutta. Alcune sostanze contenute nella frutta, infatti, potrebbero avere benefici effetti sull’umore.

La ricerca, pubblicata sull’European Journal of Clinical Nutrition, ha coinvolto circa seimila donne di 55 anni che sono state seguite per sei anni: gli studiosi australiani hanno osservato che le donne che consumavano abitualmente due porzioni di frutta al giorno erano meno esposte al rischio di andare incontro a sintomi depressivi.

In particolare per le consumatrici abituali di frutta le probabilità di soffrire di Depressione erano del 14-18 percento inferiori rispetto a quelle che ne mangiavano di meno e questo dato resisteva anche dopo aver preso in esame altri fattori di rischio depressione come fumo, attività fisica, indice di massa corporea, livello di educazione, energia, consumo di pesce. 
 
In questo studio il ruolo della verdura è risultato essere poco interessante, ma altri studi condotti in precedenza hanno mostrato che anche il consumo degli ortaggi ridurrebbe il rischio di depressione.
 
Gli studiosi australiani ipotizzano che questa positiva azione della frutta possa essere ricondotta alle sostanze antiossidanti contenute in questo alimento. Sostanze che combattono non soltanto l’invecchiamento cellulare, ma contrastano anche lo stress ossidativo a carico del sistema nervoso centrale che può interferire con il rilascio di neurotrasmettitori-chiave, come la dopamina o la Serotonina, che svolgono un ruolo importante nella regolazione dell’umore.

Guarda il video "Dieta e Nutrizione: Frutta"

Guarda il video "Dieta e nutrizione: Verdura"

TAG: Scienza dell'alimentazione | Nutrizione