07/01/2016

L'esercizio fisico potrebbe essere utile per combattere l'occhio pigro

l esercizio fisico potrebbe essere utile per combattere l occhio pigro
Health & News
Scritto da:
Health & News

La cyclette potenzia la neuroplasticità della corteccia visiva


Uno studio pubblicato su Current Biology e firmato da ricercatori italiani ha osservato che l'attività fisica non produce solo evidenti benefici alla salute fisica ma anche a quella del cervello, migliorando le funzioni cognitive.

La ricerca dimostra che un'ora di cyclette potenzia la neuroplasticità della corteccia visiva.
Per giungere a questo dato gli studiosi, guidati da Claudia Lunghi ed Alessandro Sale, hanno utilizzato il fenomeno della “rivalità binoculare”: il cervello unisce le informazioni che giungono dai due occhi (o meglio dalle colonne di dominanza oculare che si trovano nei primi strati della corteccia visiva) che sono in competizione tra loro per aggiungere profondità alla visione e dare coerenza all'immagine.
Le colonne di dominanza oculare si formano e si sviluppano soprattutto nell'infanzia: è in quel periodo che si possono, infatti, correggere alcuni difetti come l'occhio pigro (ambliopia).
Ma lo studio italiano dimostra che è possibile potenziare queste capacità anche in età adulta e l'attività fisica fornisce lo stimolo giusto.
Leggi anche:
Ambliopia e strabismo
L'ambliopia e lo strabismo sono alterazioni della vista che insorgono già nella prima infanzia e possono compromettere la funzione visiva.


L'esperimento

L'esperimento ha visto coinvolti 20 persone che guardavano un film con un occhio bendato. La metà di essi ha intervallato dieci minuti di cyclette con dieci minuti di riposo. Proprio in questi individui è stato osservato un fenomeno di rivalità binoculare maggiormente pronunciato se paragonato con quanto accadeva ai soggetti che guardavano il film seduti per tutto il tempo. 
TAG: Oftalmologia | Occhi e vista | Occhi | Vista
Health & News
Scritto da:
Health & News