Roma, 13 giu. (AdnKronos Salute) - Bando ai boxer e ai pantaloni troppo stretti per gli uomini che vogliono ottimizzare la loro fertilità. Oltre al 'classico' consiglio di cercare un bimbo con la propria partner il prima possibile, senza aspettare l'eccessivo avanzare dell'età, il professor Allan Pacey dell'Università di Sheffield, un esperto di fertilità, ha anche segnalato che l'abitudine di portare abiti 'attillati' è fra i principali fattori di rischio singoli di infertilità. Più negativo persino del fumo o dell'alcol, hanno confermato test effettuati su 2.500 uomini.

Parlando al Festival della Scienza di Cheltenham, il medico ha ricordato che l'età media della prima paternità per gli uomini risulta in aumento di anno in anno dal 1970, ed è ora, almeno nel Regno Unito, di 32 anni.
Indumenti intimi e pantaloni troppo stretti sono in grado di rendere lo Sperma maschile ben due volte e mezzo meno fertile, cosa che si unisce al dilagante problema della sterilità femminile, causato dall'aumento del numero di donne che provano per la prima volta ad avere un figlio in età troppo avanzata, avverte Pacey.

"Nella preistoria gli uomini andavano in giro attraverso la savana solo con un po' di pelle d'orso legata intorno alle loro parti intime", ha aggiunto il ginecologo Gillian Lockwood. Pensiamo dunque all'effetto che può avere il pantalone stretto indossato ogni giorno. E gli esperti britannici sono preoccupati tanto quanto quelli italiani: anche Oltremanica il livello di fertilità richiesto per garantire la sostituzione della popolazione non si raggiunge dal 1970.