Dieta del minestrone: come funziona?

dieta del minestrone come funziona
GoSalute
Scritto da:
GoSalute

La dieta del minestrone è sicuramente un modo per aiutare a bruciare i grassi in eccesso, contribuendo a perdere un bel po’ di peso. Ma è anche importante per riscaldare il corpo, aumentando la temperatura corporea e, di conseguenza, migliorando la circolazione sanguigna.
Ecco, quindi, un programma da seguire per raggiungere risultati soddisfacenti nel giro di una settimana.

  • Giorno 1. Si può mangiare quanta zuppa si vuole ma è sempre meglio darsi dei limiti sulle quantità. Magari, sarebbe opportuno tenersi sotto l’80% della porzione che si vuole davvero mangiare. Pollice su per la frutta ma è necessario stare alla larga dalle banane.
  • Giorno 2. Concentrarsi su una minestra a base di verdure (e non è rilevante che siano cotte al vapore o crude, purché non si friggano). Di sera, si consiglia di puntare sulle patate, magari al forno (l’unico giorno in cui è consentito farlo).
  • Giorno 3. Questo giorno unisce i due precedenti. Infatti, si può mangiare sia zuppa che frutta e verdura, facendo attenzione ad evitare cibi grassi, cotti o fritti con l’olio. Resta, infine, il suggerimento di evitare le banane.
  • Giorno 4. In questo giorno  si possono mangiare le banane. Sì, ma quante? Tre, una per ogni pasto, da condire, se si vuole, con 500 millilitri di latte (scremato) per ottenere migliori risultati. Poi, la ‘solita’ zuppa vegetale.
  • Giorno 5. Si può mangiare finalmente della carne. Infatti, dopo quattro giorni caratterizzati esclusivamente da frutta e verdura, il corpo comincia a sentire gli effetti della mancanza di proteine e grassi nell’alimentazione. Il suggerimento ideale è mescolare carne rossa o bianca (come il pollo) nella zuppa o optare per uno stufato di manzo. Altro consiglio è l’uso del pomodoro come contorno.
  • Giorno 6. Di nuovo zuppa ma, come il giorno precedente, non solo di verdure ma anche di carne. Non cambia la quantità di verdure da mangiare, purché si evitino le patate.
  • Giorno 7. Ultimo giorno di dieta, durante il quale si possono mangiare carboidrati, come un po’ di pane (non esagerare, però). Al di là, poi, della zuppa, si può anche bere un succo con il 100% di frutta.

Per approfondire guarda anche: “Dieta e nutrizione: le verdure“

Come preparare un minestrone

Le migliori zuppe per la dieta contengono carote, pomodori, cipolle, peperoni verdi, cavoli e sedano. Ogni minestrone, infatti, dovrebbe contenere una di questa verdure nel corso della dieta settimanale suggerita.

Precauzioni da prendere durante la dieta del minestrone

Ecco un elenco di cose da fare per non vanificare la dieta settimanale a base di zuppe:

  • stare lontano dai dolci;
  • ridurre al minimo la qualità di grano che si mangia: meno pane e soprattutto nessun biscotto;
  • limitare la quantità di alcol. Dopo una giornata in cui si è bevuto, attendere 24 ore prima di un altro drink;
  • idratare il corpo quando necessario con tè, acqua o caffè nero. Bere solo succo con il 100% di frutta.
Leggi anche:
Il riso è l’alimento perfetto per chi vuole dimagrire in modo veloce e, soprattutto, in maniera sana. Ecco come perdere peso con la dieta del riso.
11/04/2017
10/01/2017
GoSalute
Scritto da:
GoSalute