Come avere mani curate

come avere mani curate

Il freddo invernale o il sole e la salsedine estivi possono rendere la pelle delle nostre mani secca e disidratata. Ma anche i lavori domestici, i frequenti lavaggi con sapone profumato, il bucato, possono contribuire a seccare la pelle delle mani.

I lavaggi frequenti, infatti, eliminano il cosiddetto film idrolipidico, cioè quel velo protettivo che impedisce alla pelle di lasciar evaporare l'acqua dall'interno, evitando così la comparsa di rughe e screpolature. Se proprio non potete fare a meno di lavarvi spesso le mani, o se il vostro lavoro richiede un lavaggio frequente, utilizzate sempre un sapone neutro e provvedete sempre ad asciugare le mani alla perfezione, possibilmente con un asciugamano o con della carta, evitando di utilizzare gli asciugatori ad aria calda.

Altro accorgimento utile è quello di indossare dei guanti di cotone al di sotto di quelli utilizzati per fare i lavori domestici. Questo eviterà di provocare irritazioni alla pelle e non vi farà sudare le mani, disidratandole. Prima di andare a dormire, poi, è d'obbligo nutrire le mani con una buona crema emolliente.

La pelle delle mani, proprio perché molto strapazzata, è la prima zona a 'collassare'. Questo è dovuto anche ad un altro motivo. Sotto la pelle delle mani c'è uno strato adiposo ridotto al minimo ed anche la pelle stessa non è il massimo dell'elasticità. Questo determina una più rapida esposizione a rughe e a macchie.

Queste ultime in particolare sono dovute ai raggi solari e alla melanina. Questa infatti ad una certa età non si distribuisce più uniformemente, ma si accumula in determinate zone, dando luogo alle macchioline così frequenti sulla pelle delle persone anziane. Inoltre, sul dorso delle mani si nota di più perché non siamo abituati a spalmare l'abbronzante anche sulle mani.

Mani perfette

  1. Le creme attuali utilizzano gli ingredienti che anche le nonne utilizzavano: miele, glicerina, vaselina, limone, ecc. Solo che oggi, oltre a doversi procurare tutti gli ingredienti e a doverli amalgamare, ci si dovrebbe preoccupare anche di non farli andare a male. È chiaro che le creme, oltre ad avere il pregio di essere già pronte, sono sicuramente più economiche dei singoli ingredienti messi insieme.
  2. Idratare le mani è una pratica fondamentale per il loro benessere ed alcune creme possono perfino essere spalmate mentre ci si lava, rendendo la schiuma del sapone più morbida e meno aggressiva.
  3. Prendetevi cura anche delle unghie, togliendo lo smalto vecchio, accorciandole quel tanto che basta, e poi mettendole a bagno in acqua tiepida e shampo o bagnoschiuma.
  4. Quindi asciugatele e passatevi un po' di glicerina. Spingete le pellicine verso l'interno con l'apposito attrezzo a forma di cucchiaio, bagnatele di nuovo ed asciugatele. Passate quindi lo smalto. Vanno molto di moda di nuovo i colori 'alternativi' quali giallo, verde, blu, ecc. non sono però adatti a chi ha passato i trent'anni, per le quali è sempre indicato il classico rosa o rosso in tutte le sfumature.
06/08/2015
31/10/2013
TAG: Dermatologia e venereologia | Inverno | Estate | Pelle