Come avere piedi curati

come avere piedi curati

Un tempo parlare dei piedi in pubblico era impossibile. Era strettamente opportuno chiamarli 'estremità' perché non era decoroso parlarne in maniera esplicita. Oggi la cura dei nostri piedi è diventata un passo obbligatorio per la bellezza ed il benessere del nostro corpo.

Soprattutto quando li si è strapazzati durante l'estate con sabbia, sole, tacchi alti, unghie lunghe e smaltate. Vediamo in 10 mosse progressive come prendercene cura al meglio.

Togliete lo smalto vecchio
Per togliere lo smalto, già leggermente sbiadito, dalle unghie utilizzate un solvente oleoso ipoallergenico. Evitate di utilizzare l'acetone, perché è aggressivo e può danneggiare il film idrolipidico delle unghie.

Immergete i piedi in acqua
Assicuratevi che la temperatura dell'acqua per il pediluvio non superi i 37°, aggiungetevi un po' di sale per ridurre il gonfiore eventuale e per disinfettare. In alternativa potete usare anche il bicarbonato; attenzione all'abbronzatura, però, perché il bicarbonato, a differenza del sale, ha un effetto sbiancante.

Riattivate la circolazione
Utilizzate un getto d'acqua fredda per riattivare la circolazione cominciando dal piede fino a risalire al ginocchio; poi asciugate i piedi con un asciugamano morbido.

Curatevi delle pellicine
Vietato eliminare le pellicine, perché eliminarle vi espone ad un rischio maggiore di infiammazioni ed infezioni. Meglio, invece, spingerle verso il bordo con un bastoncino di legno a bordi arrotondati.

Tagliate le unghie
Dopo il pediluvio potete tagliare le unghie, che intanto si sono ammorbidite. Utilizzate un tronchesino anziché delle forbicine, perché il taglio è più netto ed evita lo sfaldamento delle unghie. Inoltre, seguite la loro forma naturale e non insistete troppo negli angoli per evitare che si incarnino.

Ed ora la lima
Per usare la lima correttamente, partite sempre dagli angoli spostandovi verso il centro, eviterete che le unghie si sfaldino. Preferite sempre limette di cartone, anziché di metallo, perché sono più igieniche (si buttano dopo pochi utilizzi).

L'esfoliazione
Per eliminare le cellule morte, procuratevi una spugnetta esfoliante e passatela dolcemente sul piede oppure utilizzate una crema che abbia la stessa funzione. Risciacquate con acqua fresca.

Passate la crema idratante
Se la pelle è molto secca potete idratarla, anche tutti i giorni, applicando una crema a base di Lipidi, in modo che l'idratazione sia costante.

È il momento del massaggio
Massaggiate la pianta del piede a cominciare dalle dita con piccoli cerchi procedendo verso il tallone. Vi sentirete subito i piedi più leggeri.

Lo smalto nuovo
Riapplicate lo smalto, ma ricordate di toglierlo dopo circa 3-5 giorni e di far passare almeno due giorni prima della successiva applicazione. In questo modo permetterete alle unghie di respirare ed eviterete che si rammolliscano ed ingialliscano.

06/08/2015
24/05/2010
TAG: Dermatologia e venereologia