Salute dei piedi: le regole per non trascurarla

salute dei piedi le regole per non trascurarla

Si sottovaluta sempre di più l’importanza di curare i piedi e di utilizzare scarpe adeguate durante la giornata. Il problema è forse sottovalutato ma, spiegano gli esperti, usi ed abusi di scarpe e calze non adatte possono provocare danni che vanno oltre la Vescica o un temporaneo dolore.

Ecco quindi le regole d’oro per rispettare e curare la salute delle nostre "care estremità": prima di tutto è necessario utilizzare scarpe che si adattano perfettamente al piede e non sottovalutare l’importanza di usare una calzatura che sia di buona qualità; per comprare la scarpa ideale è preferibile scegliere il pomeriggio inoltrato, quando il piede è affaticato e gonfio; altra regola di base è quella di evitare calzature strette e, nel caso in cui lo siano, evitare di stringerle troppo.

Le altre preziose raccomandazioni riguardano, invece, la cura del piede: evitare di improvvisarsi medico e curare le callosità con metodi fai-da-te, non tagliare le unghie troppo corte e in obliquo e curare l’igiene quotidiana con un sapone neutro. Per gli anziani, ma non solo, il consiglio è quello di camminare molto e di osservare quotidianamente lo stato di salute del piede sottoponendosi, periodicamente, a una visita podologica.

Sembrano regole ovvie, ma troppo spesso sottovalutate, con il risultato di dover fare i conti con disturbi fastidiosi: dolori e vesciche sono procurati dall’utilizzo continuo di scarpe scomode, dai tacchi vertiginosi o troppo bassi. In medio stat virus… e infatti bisognerebbe evitare di usare tutto il giorno scarpe alte, che obbligano il piede ad una postura innaturale, ma è anche sbagliato usare sempre scarpe da ginnastica che opprimono il piede e favoriscono la proliferazione di batteri.Vesciche, calli e dolori sono, però, solo "il male minore".

Durante il Congresso hanno tenuto banco anche problemi molto seri: le amputazioni degli arti inferiori, ad esempio, sempre più diffuse soprattutto tra i pazienti più anziani e malati di diabete che si trascurano fino ad arrivare a situazioni-limite.

La disinformazione e la disattenzione dei genitori sono, invece, la causa dei problemi tra i più piccoli. Molto spesso i genitori permettono ai bambini di camminare a piedi nudi per casa, pensando di lasciare il bambino in totale libertà.

Niente di più sbagliato: camminare a piedi nudi è consigliato solo sulla sabbia o sui prati; per il resto è preferibile utilizzare sempre e comunque scarpe comode, che permettano al bambino di muoversi in libertà ma senza rischi.

Prevenire e controllare: sembrano, insomma, essere queste le parole-chiave per tenere in buona salute i nostri piedi.

Leggi anche:
L'esame dell'Emoglobina glicata
Importante per i diabetici per misurare il livello di glucosio nel Sangue
Il punto di vista
Ortopedia e traumatologia

Sui piedi poggia tutto il nostro benessere e a loro è affidato il compito di camminare, correre, stare in equilibrio. Non si fa molta strada senza l’aiuto dei piedi.

Quando duole camminare o anche solo stare in piedi, la qualità della vita ne soffre e per rispettare e curare la salute delle nostre "care estremità" prima di tutto è necessario ai primi disturbi fare una visita podologica per capire l’entità del male e se ci sono effettivamente delle patologie.

Durante la visita il medico specialista cerca di individuare le cause dei suoi sintomi. Un consiglio è quello di utilizzare dei plantari che consentano di prevenire le deformità e permettano di camminare correttamente.

Camminare bene è fondamentale per la circolazione del sangue per evitare  vene varicose e gambe gonfie, la deambulazione corretta migliora infatti la circolazione e l’utilizzo frequente di plantari aiuta a prevenire e a far scomparire calli e duroni e a prevenire talloniti e tendiniti.

Regolari visite di controllo dal medico specialista possono aiutare a non trascurare la salute dei nostri piedi.

05/02/2016
21/04/2008
TAG: Ortopedia e traumatologia