Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

Come curare i capelli

come curare i capelli

Avere dei capelli meravigliosi è sempre stata un’esigenza femminile, capelli vaporosi, lucidi, lunghi, morbidi, in una parola, sani. Spesso, purtroppo, sebbene ci sia questa esigenza, i risultati non rispecchiano le aspettative; molte donne si lamentano della propria chioma perché i capelli si presentano opachi, oppure troppo sottili, o ancora, crespi, elettrici, insomma indomabili, un po’ come le serpi in testa a Medusa. Come fare in modo, allora, che la cura dei capelli non diventi una fonte di Dolore e stress?

Ad ogni capello il suo trattamento

Se avete dei capelli elettrizzati è perché sono secchi e basta un niente per renderli elettrici e senza piega. Se i vostri capelli sono così evitate di stirarli o di asciugarli con spazzola e phon ciocca per ciocca, meglio lasciarli asciugare al sole oppure col phon tiepido e senza toccarli; scegliete inoltre di pettinarli con prodotti fatti di materiale naturale (osso o legno) che scaricano eventuale elettricità, nutriteli applicando sempre del balsamo dopo lo shampoo e di tanto in tanto utilizzate delle creme ristrutturanti per rinvigorirli.

Se avete invece dei capelli crespi, utilizzate uno shampoo che li ammorbidisca ed eventualmente ricorrete ad un taglio corto perché restino più ordinati; quando asciugate i capelli, fatelo sempre con spazzola e phon e mai al vento ed evitate ripetute spazzolature quando sono asciutti perché si elettrizzano facilmente e diventano irrecuperabili.

Troppe tinture, permanenti ravvicinate, phon eccessivamente caldo, ma anche vento e calore intenso possono rendere i capelli opachi; questo è dovuto al sollevamento delle piccole scaglie di Cheratina che ricoprono il fusto del capello che gli impedisce di riflettere la luce, dando quel senso di opacità che è così brutto a vedersi. Per contrastare questa opacità, lavate i capelli con acqua fredda o tiepida, applicate del balsamo lucidante dopo lo shampoo e, quando li asciugate, evitate un phon troppo caldo, ma regolatene la temperatura e la distanza dalla vostra testa.

Altro problema è rappresentato dai capelli grassi; spesso, chi ha i capelli grassi li lava più spesso; ebbene è la prima cosa da non fare perché le ghiandole sebacee stimolate più spesso producono più Sebo e quindi ingrassano di più il cuoio capelluto facendovi entrare in un circolo vizioso. Per lo stesso motivo, non utilizzate shampoo per capelli grassi, ma per capelli normali.

Famigerate doppie punte

Problema annoso e frequentissimo, le doppie punte affliggono milioni di donne e talvolta spingono ad una soluzione radicale: il taglio cortissimo. In effetti, le doppie punte possono interessare donne con i capelli lunghi, oppure secchi, in generale chiunque abbia capelli fragili. Le scaglie di cheratina infatti, in queste situazioni, si staccano facilmente dal fusto del capello provocando le doppie punte rendendo opachi i capelli. Un taglio di qualche centimetro può risolvere il problema soltanto momentaneamente.

Allora bisogna agire alla radice. Innanzitutto utilizzate uno shampoo delicato perché il lavaggio con prodotti troppo aggressivi può inaridire il capello e portarlo alle doppie punte; non dimenticate mai il balsamo, che restituisce ai capelli vigore e lucentezza; regolate sempre la temperatura del phon sul tiepido e, se possibile, cercate di evitare permanenti e tinture troppo ravvicinate e tutto quello che può provocare aridità del capello.

Leggi anche:
Da cattive abitudini alimentari all’uso di prodotti aggressivi: le cause dei capelli secchi sono numerose ma con un po’ di attenzione si può rimediare.
28/07/2017
01/08/2012
TAG: Capelli e peli | Dermatologia e venereologia