Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

Denti gialli: come sbiancare il sorriso

denti gialli come sbiancare il sorriso
Massimo Canorro
Scritto da:
Massimo Canorro
Giornalista & web content editor

A chi non è mai accaduto di riflettere, interrogandosi: “Ho i denti gialli”. Di certo non a pochi uomini e donne, se consideriamo che ogni anno in Italia ben 120mila persone spendono 30 milioni di euro in trattamenti odontoiatrici sbiancanti; a questa somma va aggiunto un altro milione di euro “investito” in collutori, dentifrici e veri e propri kit fai da te per avere “denti che più bianchi non si può”.

Certo, non tutti i trattamenti dentali sono efficaci e il pericolo di danneggiare i propri denti – e di conseguenza peggiorare la situazione – è dietro l'angolo. Per queste ragioni gli esperti consigliano di fare particolare attenzione ai dentifrici, ai gel e/o ai trattamenti (sempre più diffusi) per sbiancare i denti. Sostanze abrasive e tinte artificiali, infatti, non possono mai andare di pari passo con la salute. Meglio saperlo.

Quali sono le cause dei denti gialli

Eccoci, dunque, alla fatidica domanda: che cosa provoca i denti gialli?

Come già accennato, l’alimentazione e le cattive abitudini influiscono non poco sulla salute dei denti. Non è difficile vedere dei denti gialli a causa del fumo, mentre per quanto riguarda il mangiare e il bere non va dimenticato che vino rosso, bevande zuccherate, tè e il già citato caffè sono in grado di modificare la colorazione dei denti, dando il là a fastidiose macchie. Stiamo parlando di un problema che, seppur con alla base situazioni diverse, interessa sia adulti sia giovani, anche bambini.

Ma nono solo alimentazione. In un sorriso ingiallito tanto può dipendere da quella che è la predisposizione del paziente. Va da sé che alcuni hanno una colorazione maggiormente gialla e altri più bianca. Al contempo, ci sono fattori secondari che “colorano” i denti: dal caffè al fumo di sigarette alla (sempre più diffusa) scarsa igiene orale che, oltre ai denti gialli, può provocare anche l'alitosi.

Denti gialli, in che modo sbiancare il sorriso

Senza arrivare ad avere un sorriso alla Julia Robert – definito, non a caso, “il sorriso più bello di Hollywood” – il primo tra i suggerimenti per ottenere denti bianchi è quello di rivolgersi al proprio dentista di fiducia, per farsi aiutare nella scelta tra i numerosi prodotti che sono in commercio.

Allo stesso tempo, per chi ha la possibilità, lo sbiancamento estetico in studio è un’ottima soluzione (al pari della “penna sbiancante” e delle “faccette dentali”, sottili rivestimenti in ceramica applicate sulla superficie esterna del dente per migliorare l’aspetto estetico del sorriso e, al contempo, nascondere i difetti inerenti la forma, la posizione e qualsiasi problematica relativa al colore dei denti).

Tutto qui? Assolutamente no, perché l’igiene dentale “nasce”, innanzitutto, dentro casa. Ciò significa che ogni giorno bisogna dedicarsi alla pulizia dentale per mantenere i denti bianchi e liberi da placca e tartaro. La regola base è quella di lavarsi i denti dopo ogni pasto e, qualora ci sia la necessità, effettuare la pulizia dei denti una volta ogni sei mesi (a meno che non ci si trovi, purtroppo, ad affrontare problematiche più serie). E ancora, inserire nella propria dieta alimentari alimenti sbiancanti. Qualche esempio? Fragole, sedano, noci, mandorle, menta, salvia e l'immancabile mela.

Per approfondire guarda anche: “Carie”

Leggi anche:
Grazie alle loro proprietà benefiche, frutta e verdure crude aiutano a pulire i denti e combattere la formazione di tartaro.
21/02/2018
12/01/2018
TAG: Adulti | Bambini | Bocca e denti | Giovani | Medicina estetica | Odontoiatria | Prevenzione | Salute femminile | Salute maschile
Massimo Canorro
Scritto da:
Massimo Canorro
Giornalista & web content editor