La società odierna predilige il “self by doing": chi crede in sé stesso e riesce ad andare veloce nei ritmi frenetici della modernità. Avere autostima di se stessi diventa una caratteristica fondamentale per l'uomo e la donna moderni. La psicologia ci viene in aiuto in questo e ci spiega come l'autostima sia una competenza che si acquisisce con l'esperienza, sfatiamo il mito che sia una dote innata e solo per poche persone.

Perché è importante avere fiducia in se stessi?

L’autostima, che si traduce nella capacità di credere in se stessi, come tutte le abilità e competenze psicologiche parte da un lavoro su se stessi. In un'ottica autocritica e coscienziosa è possibile valutare limiti e trasformarli in risorse. Le risposte sociali hanno un grande peso nella costruzione della propria autostima e fungono da importanti correttori.

L’atteggiamento positivo verso se stessi e verso gli altri aiuta a strutturare solide percezioni positive di sé. Le difese eccessive, la sfiducia e le riserve verso gli altri sono meccanismi che alimentano insicurezze personali e finiscono per creare un grande senso di svalutazione. Aprirsi al mondo con coraggio e fiducia in se stessi ci rende migliori e in grado di affrontare le difficoltà e le delusioni che fanno parte della vita, ma non identificando con queste.

Affidarsi alle proprie capacità è un atto coraggioso e di scelta coscienziosa che premia sempre perché ci rinforza e ci rende migliori. Dubitare di sé stessi è l'atteggiamento mentale peggiore che possiamo attuare con conseguenze inevitabilmente negative. Quindi se dobbiamo fidarci di qualcuno iniziamo a farlo partendo da noi stessi.