Come mantenere il pene in salute

come mantenere il pene in salute
Walter Giannò
Scritto da:
Walter Giannò
Giornalista esperto in salute e benessere

Non è esagerato affermare l’essenzialità del rapporto tra un uomo e il proprio pene, perché coinvolge non solo la sfera della sessualità ma anche quella dell’emotività e dei rapporti sociali. Prendersi cura del proprio organo riproduttivo dovrebbe essere centrale nella vita degli uomini e la salute di questo muscolo dipende da molti fattori. Ecco a che cosa bisogno stare attenti.

Cuore

Innanzitutto, c’è un collegamento tra la salute cardiovascolare e la disfunzione erettile (ovvero l’incapacità dell’uomo di raggiungere un’erezione sufficiente per condurre un rapporto sessuale soddisfacente).
Si sa, infatti, che meno sangue raggiunge il pene, più si generano problemi all’erezione. Quindi, se si vuole salvaguardare una vita sessuale degna di questo nome, bisogna prendersi cura del proprio cuore.

Diabete

Esiste un rapporto anche tra il diabete e i problemi che riguardano la sfera sessuale: le persone, infatti, che soffrono di diabete di tipo II soffrono della già citata disfunzione erettile perché, come scritto poco su, scorre meno sangue sul pene. 

Depressione

Attenzione, poi, alla depressione: non si può ignorare il fatto che la salute mentale e quella sessuale siano strettamente correlate tra loro. In effetti, gli uomini che soffrono di depressione hanno anche problemi a letto. Uno studio, a tal proposito, ha dimostrato che certi uomini non solo non riescono a raggiungere la naturale erezione mattutina ma il pene è leggermente incurvato e la punta meno rigida del nomale.

Lesioni 

Conseguenze sul pene anche per chi ha subito un ictus o lesioni al collo e alla schiena: anche in questo caso, infatti, si può assistere a un limitato flusso sanguigno sull’organo tale da generare disfunzioni erettili.

Leggi anche:
Cozze, vongole, uova: esistono degli alimenti afrodisiaci, capaci di migliorare la sessualità al maschile e la fertilità.

Età

Infine, il fattore età, su cui, però, si può fare poco (a meno che non si vogliano usare farmaci).  Con l’avanzare degli anni, infatti, il pene comincia a funzionare di meno e sopravvengono situazioni come l’ingrossamento della prostata e problemi di minzione.

Per approfondire guarda anche “Cibo e sessualità“

30/06/2017
31/03/2016
TAG: Salute maschile | Organi Sessuali
Walter Giannò
Scritto da:
Walter Giannò
Giornalista esperto in salute e benessere