Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

Yoga, tra sport e filosofia

yoga tra sport e filosofia

Lo Yoga è uno sport o una filosofia di vita? Fa bene al fisico o alla mente? Ebbene, lo Yoga è un toccasana sia per l'uno che per l'altra e – pur avendo origini antichissime - si rivela una fonte efficace di benessere anche per l’Uomo immerso nella frenetica civiltà moderna.

Il termine Yoga deriva dal sanscrito yuj, che significa 'legare insieme' (da cui il latino jugum, l’inglese yoke e i nostri giogo, coniugare e congiungere). Il riferimento è all’unione tra l’Uomo e il Cosmo/l’Essere, ma anche tra il corpo, la mente e lo spirito: l’etimologia della parola ci ricorda che il fine principale di ogni pratica yogica è il raggiungimento di un’armonia consapevole, verso la liberazione da ogni costrizione materiale o immateriale.

La storia dello Yoga risale alle tradizioni mistiche presenti in India già nel 4° millennio a.C., ma il vero e proprio sistema filosofico yogico 'ortodosso' è stato codificato per la prima volta in testi del II secolo a.C. (gli Yoga-Sûtra di Patañjali).

Da allora, a questo sistema classico di stampo brahmanico-induista si sono aggiunti svariati approcci 'eretici': dallo Yoga buddhista alle scuole di Yoga occidentale, fino alle recenti pratiche di derivazione yogica, come il Training autogeno, lo Yoga dinamico e il Pilates. Restando nell’ambito della tradizione, si distinguono sistemi di pratiche yogiche più spirituali:

  • Jnânâ Yoga = lo Yoga della conoscenza metafisica;
  • Bhakti Yoga = lo Yoga della devozione mistica;
  • Raja Yoga = lo Yoga della concentrazione interiore;
  • Karma Yoga = lo Yoga dell’azione disinteressata.

e sistemi di pratiche più fisiche, raggruppabili nel macro-sistema detto Hatha Yoga (Ha = Sole, Tha = Luna: l’unione di Sole e Luna), basato soprattutto su:

  • posizioni statiche (Âsana);
  • tecniche di respirazione (Prânâyâma);
  • pulizie corporali (Dhâuti, Basti, Neti, Nauli, Kapâla, ecc.);
  • oltre a tecniche più mentali, come la meditazione e la recitazione di mantra.

Lo Hatha Yoga non va confuso con una ginnastica: la sua pratica è volta al raggiungimento di uno stato propedeutico all’elevazione spirituale dell’individuo. Tuttavia, la sua efficacia nel raggiungimento del benessere fisico è indubbia, dato che per il praticante di Yoga la perfetta salute del corpo è fondamentale: il corpo ha un valore sacro e come tale va conosciuto, curato e dominato perché diventi 'corpo divino'. Come scrive lo Swami Shivânanda, “anche le più umili necessità fisiche rivestono un significato cosmico”.

Esistono numerosi studi medici circa gli effetti dello Hatha Yoga sul controllo del sistema neurovegetativo, dei ritmi respiratori e cardiaci, della muscolatura striata ma anche di quella liscia, e poi sui benefici ai sistemi Cardiovascolare, osteomuscolare, gastrointestinale, immunitario ed Endocrino. La pratica costante e seria dello Hatha Yoga migliora:

  • l’elasticità articolare;
  • la postura;
  • il tono muscolare;
  • la respirazione;
  • il metabolismo;
  • l’eliminazione di scorie e tossine;
  • il ritmo sonno-veglia;
  • la concentrazione;
  • la gestione della sfera psico-emotiva.

Naturalmente, lo Hatha Yoga praticato in Occidente a partire dagli anni '60 è lontano dalle pratiche talvolta estreme del sistema ortodosso, ma è fondamentale praticarlo con un maestro di comprovate esperienza e serietà.

Volendo iniziare questo percorso, garantendone sia la sicurezza che l’efficiacia, è bene rivolgersi a scuole certificate, come quelle riconosciute dalla Federazione Italiana Yoga (FIY), affiliata all'UEY (Unione Europea di Yoga), Organismo internazionale che costituisce un riferimento di qualità in tutta Europa. Allora, pronti per iniziare?

Top

08/04/2015
29/05/2013
TAG: Medicina dello sport | Sport e Fitness