Giochi e sport da fare con i bambini in spiaggia o al parco

giochi e sport da fare con i bambini in spiaggia o al parco
Massimo Canorro
Scritto da:
Massimo Canorro
Giornalista & web content editor

Giochi e sport all’aria aperta: non c’è niente di meglio per i bambini, soprattutto quando è estate, scuole e asili sono chiusi e i più piccoli possono liberare il proprio estro e la propria fantasia come meglio credono. Giorno dopo giorno, in spiaggia oppure al parco, correndo sulla sabbia oppure immersi nel verde e nella natura, i bambini devono divertirsi con tanti giochi da fare. Da soli oppure in compagnia.

Giochi che posso essere fatti, ad esempio, sfruttando il vento (far volare l’aquilone o gli aeroplanini di carta) o svolgendo attività di gruppo per fare amicizia e scatenarsi ancora di più. Al mare oppure al parco, la parola d’ordine deve essere soltanto una: divertimento. L’ozio e i videogame sono banditi.

Giochi per bambini da fare al mare

Di modi creativi per far trascorrere ai bambini vacanze divertenti e rilassanti ne esistono molti, per tutte le età. Soprattutto in vacanza al mare. Qualche esempio di giochi per bimbi da fare in spiaggia? C’è da sbizzarrirsi: dai racchettoni al beach volley, dalle piste di biglie alle bocce, dai castelli di sabbia alle gare di velocità gattonando fino alle corse di “carriole” sulla sabbia (a coppie, un bimbo cammina sulle mani, mentre l’altro lo prende per le caviglie seguendolo). E ancora, il tiro alla fune oppure andare in cerca di conchiglie da collezionare.

L’estate al mare è anche sinonimo di giochi con l’acqua. E in questo caso le idee non mancano. Si può correre con i secchielli pieni di acqua (vince chi arriva con più acqua) oppure ci si può “affrontare” a chi mette più acqua all’interno del secchiello, utilizzando secchielli della stessa grandezza e contenitori di grandezza inferiore a quella del secchiello (come formine e coppette per il gelato). Costruire dighe e ponti di sabbia, dove bloccare oppure far scorrere l’acqua, è un gioco sempre divertente anche per i bambini di oggi.

Le alternative al mare? Ci sono, eccome. Se non è possibile andare in spiaggia, nessuna paura: andare al lago oppure recarsi al fiume, per giocare sulle sponde o le rive, è una soluzione tutt’altro da scartare. Senza dimenticare la possibilità di divertirsi in piscina o in un parco acquatico, all’interno di strutture dotate anche di aree verdi. Spruzzi, schizzi, schiamazzi: l’estate per i bambini è (anche) questo.

Divertirsi in giardino e nei parchi

I motivi per portare i bambini in spiaggia (e farli giocare) sono davvero tanti. Ma anche trascorrere mattinate o pomeriggi in giardino o nei parchi può essere molto gradevole per grandi e piccini. Qualche idea? Plaid o telo impermeabile da pic-nic sono l’ideale per un pranzo o una merenda al sacco (i bimbi adorano mangiare a contatto con la natura), oppure dedicarsi a una piacevole passeggiata in mezzo alla natura. E ancora, giochi con il pallone, caccia al tesoro (organizzare una caccia al tesoro nel giardino oppure dentro un parco è una splendida esperienza). Per chi è più curioso l’alternativa può essere la visita ad una fattoria didattica oppure una gita all’interno di un’oasi naturalistica.

Leggi anche:
Frutta fresca, verdura, riso: i consigli su cosa mangiare in spiaggia per godersi una piacevole giornata al mare.
05/02/2018
16/08/2017
TAG: Adulti | Bambini | Estate | Genitori | Giovani | Mamma | Salute femminile | Sport e Fitness
Massimo Canorro
Scritto da:
Massimo Canorro
Giornalista & web content editor