Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

Variazioni di fuso orario

variazioni di fuso orario

La variazione di fuso orario può condurre ad una condizione più comunemente conosciuta come 'Jet-lag', definito come uno stato di malessere generale dovuto al rapido spostamento attraverso vari fusi orari che portano ad una dissociazione tra gli stimoli percepiti dall’ambiente e quelli del ritmo biologico.

La gravità delle manifestazioni dipende da:

  • numero di fusi orari attraversati;
  • direzione del volo;
  • caratteristiche individuali quali età, sesso, condizioni di Stress prima del viaggio e abuso di alcolici;
  • fattori ambientali quali una ridotta umidificazione dell’aereo e una limitazione dei movimenti per periodi prolungati.

Quadro CLINICO

In prevalenza i sintomi sono causati da astenia diurna, disturbi del sonno, ridotta performance fisica e mentale, irritabilità, problemi gastro-intestinali. La Nasa calcola che è necessario un giorno per ogni ora di variazione di fuso orario per recuperare il normale ritmo circadiano.

Raccomandazioni preventive

  • Fare una buona dormita prima del viaggio;
  • aggiustare l’orologio sull’ora del Paese di arrivo e regolare il ritmo dei pasti e del Sonno in accordo con tali orari;
  • per i viaggi ad ovest esporsi alla luce solare del pomeriggio;
  • per i viaggi ad est esporsi alla luce solare del mattino;
  • per i viaggi brevi (tre giorni) mantenere gli orari del Paese di partenza;
  • mangiare leggero e limitare il consumo di alcol prima e durante il volo.

Misure farmacologiche

Il metodo più valido è la somministrazione regolata di melatonina. È indicata nei viaggi lunghi con passaggio attraverso 5 o più fusi orari, soprattutto nei viaggi verso est.

Va assunta in un orario vicino al momento del sonno relativo al Paese di destinazione.

Fonte: 
Voyager - viaggi e salute
 

 

28/08/2018
24/04/2013
TAG: Medicina generale | Salute in viaggio