Nuovo Coronavirus Covid-19
L’emergenza va fronteggiata con serietà, ma senza farsi prendere dal panico, è per questo che l’informazione corretta è la prima arma per prevenire il contagio e contenere l’epidemia di Covid-19. Con la chat di controllo dei sintomi, basata sulle linee guida del Ministero della Salute, ti aiutiamo a capire come comportarti in caso di sintomi sospetti da Nuovo Coronavirus.
Data ultimo aggiornamento: 25 Febbraio 2020
Quali sono i sintomi?
Febbre
Febbre
Tosse secca
Tosse secca
Mal di gola
Mal di gola
Difficoltà respiratorie
Difficoltà respiratorie
Nuovo Coronavirus: lo sapevi che..
Coronavirus: tutto quello che c’è da sapere
Il modo migliore per fronteggiare l’emergenza sanitaria e prevenire la diffusione del nuovo Coronavirus 2019-nCov proveniente da Wuhan (Provincia dell’Hubei, Cina) è informarsi e seguire le norme sanitarie di igiene.
Covid-19: prevenzione del contagio
Le domande più frequenti sul Coronavirus
Che cosa sono i coronavirus? Apri domandaChiudi domanda

I coronavirus sono una vasta famiglia di virus responsabili di diverse infezioni: da quelle più comuni come il semplice raffreddore a malattie più gravi come la sindrome respiratoria acuta grave (SARS).

Che cos’è il nuovo coronavirus? Apri domandaChiudi domanda

Il nuovo coronavirus SARS-CoV-2 , precedentemente denominato 2019-nCoV, è un ceppo di coronavirus mai identificato precedentemente nell’uomo. Il primo caso è stato segnalato a Wuhan, in Cina, nel dicembre 2019. La malattia respiratoria causata dal nuovo coronavirus è stata chiamata COVID-19.

Il nuovo coronavirus è uguale a quello della SARS? Apri domandaChiudi domanda

No. Il nuovo coronavirus 2019-nCoV appartiene alla stessa famiglia di virus della SARS ma non è lo stesso virus dell’epidemia che si diffuse nel 2002 e che fece registrare oltre 700 vittime.

Il nuovo coronavirus può essere trasmesso da persona a persona? Apri domandaChiudi domanda

Sì, il nuovo coronavirus 2019-nCoV può essere trasmesso da persona a persona principalmente per via respiratoria, attraverso il contatto con le goccioline del respiro dei soggetti infetti.

Quali sono i soggetti più a rischio? Apri domandaChiudi domanda

Il nuovo coronavirus può colpire persone di tutte le età. Oltre a chi vive nei luoghi interessati dal virus, sono maggiormente a rischio i soggetti che hanno viaggiato di recente in Cina o che sono stati a stretto contatto con persone con infezione, come nel caso di operatori sanitari.

Come si diffonde il nuovo coronavirus? Apri domandaChiudi domanda

Essendo un virus respiratorio, le principali modalità di diffusione del coronavirus Sars-Cov-2 sono attraverso le goccioline del respiro e la saliva delle persone infette, ad esempio quando tossiscono, starnutiscono o si soffiano il naso, ma anche tramite contatti personali diretti con persone a rischio, e soprattutto toccando con le mani contaminate bocca, naso o occhi. Raramente si trasmette attraverso contaminazione fecale.

Quanto dura il periodo di incubazione? Apri domandaChiudi domanda

Si stima che il periodo di tempo che intercorre fra il contagio e lo sviluppo dei sintomi clinici del nuovo coronavirus Covid-19 vari fra i 2 e gli 11 giorni, fino ad un massimo di 14 giorni.

Quali sintomi possono essere considerati come un campanello d’allarme? Apri domandaChiudi domanda

I sintomi ritenuti sospetti del contagio sono simili ad una comune influenza e consistono in malessere generale associato a febbre, raffreddore, tosse e difficoltà respiratorie che compaiono nelle due settimane successive al ritorno da aree a rischio, o per contatto diretto con una persona infetta di rientro dalla Cina o contagiata da Coronavirus Covid-19.

Cosa fare in caso di sospetto Covid-19? Apri domandaChiudi domanda

Qualora dovessero presentarsi i sintomi del contagio è importante segnalare il sospetto al numero verde del Ministero della Salute 1500, rimanere in casa e applicare le misure di igiene preventive indossando una mascherina, utilizzando fazzoletti usa e getta e lavandosi regolarmente le mani, e infine, contattare telefonicamente il proprio medico di fiducia e se necessario rivolgersi alla più vicina struttura sanitaria.

Il nuovo coronavirus è pericoloso? Apri domandaChiudi domanda

Come altre malattie respiratorie, l’infezione Covid-19 causata dal coronavirus Sars-Cov-2, può manifestarsi con lievi sintomi tipo raffreddore, mal di gola, tosse, febbre e, solamente nei soggetti più deboli e predisposti alle forme severe, evolvere in polmonite, difficoltà respiratoria, sindrome respiratoria acuta grave, insufficienza renale e talvolta morte. 

Come si effettua la diagnosi di coronavirus Covid-19? Apri domandaChiudi domanda

È possibile diagnosticare l’infezione da nuovo coronavirus Covid-19 effettuando un test di laboratorio su campioni respiratori e/o siero soprattutto in caso di malattia grave.

Esiste un vaccino contro il nuovo coronavirus? Apri domandaChiudi domanda

Ad oggi, nonostante le numerose sperimentazioni cliniche nei laboratori di tutto il mondo, l’OMS non ha validato ancora un vaccino o una terapia specifica contro la malattia coronavirus Covid-19, ma le linee guida sull’assistenza ai pazienti indicano trattamenti di supporto ai sintomi manifesti come l’ossigenoterapia, la somministrazione di fluidi e l’uso empirico di antibiotici per trattare eventuali co-infezioni batteriche.

Cosa fare per proteggersi? Apri domandaChiudi domanda

Per proteggersi dal nuovo coronavirus sono raccomandati lavaggi frequenti delle mani con soluzioni disinfettanti, limitando il più possibile di toccarsi occhi, naso e bocca; starnutire o tossire in un fazzoletto o con il gomito flesso, gettando i fazzoletti appena usati in un cestino; mantenere le distanze da persone infette o che mostrano sintomi del contagio.

Per chi deve viaggiare cosa è raccomandato? Apri domandaChiudi domanda

Mantenersi informati sul sito dell'OMS sulla diffusione dell’epidemia e posticipare i viaggi nelle aree a rischio della Cina. Se non si può evitare la partenza verso la Cina è consigliato vaccinarsi contro l’influenza stagionale almeno due settimane prima del viaggio. Non visitare, poi, mercati con prodotti alimentari freschi di origine animale e animali vivi, evitare il contatto con persone con sintomi respiratori sospetti e lavare frequentemente le mani. Qualora si avvertano i sintomi del contagio rivolgersi immediatamente ad un medico.

Dove trovare altre informazioni sul nuovo coronavirus? Apri domandaChiudi domanda

Il Ministero della Salute ha realizzato un sito dedicato al nuovo coronavirus e attivato il numero di pubblica utilità 1500. Altre informazioni si possono trovare sul sito Epicentro, il portale di epidemiologia per la sanità pubblica dell'Istituto Superiore di Sanità. 

Il coronavirus Covid-19 si contrae dagli animali? Apri domandaChiudi domanda

La fonte responsabile del nuovo coronavirus non è stata ancora identificata. Si ipotizza che i primi casi di infezione umana in Cina siano di origine animale poiché numerosi coronavirus noti circolano negli animali. Va precisato, tuttavia, che non vi è alcuna evidenza scientifica che gli animali da compagnia, quali cani e gatti, abbiano contratto l’infezione o possano diffonderla.

Devo indossare la mascherina per precauzione? Apri domandaChiudi domanda

L’OMS raccomanda l’uso della mascherina solo se presenti sintomi di sospetta infezione respiratoria da nuovo coronavirus, o se si assiste una persona potenzialmente infetta. Quindi per la prevenzione del soggetto sano non è necessario indossare alcuna mascherina, tantomeno due sovrapposte.

Data ultimo aggiornamento: 25 Febbraio 2020