Logo Paginemediche
  • Programmi
  • Medici
  • Salute A-Z
  • Per le aziende
L’ESPERTO RISPONDE

40 giorni fa in vacanza in egitto ho preso una

40 giorni fa in vacanza in egitto ho preso una leggera febbre che ho curato con antibiotici per 3 giorni e non scendeva. Una notte ho avuto un attacco di freddo, brividi scuotenti e febbre 41.5. Sono stato in una clinica locale per qualche ora e mi hanno sfebbrato, ho preso l' aereo e sono stato ricoverato in clinica a gallarate in urologia, mi hanno curato togliendomi la febbre per 10 giorni con pastiglia di ciproxin, rocefin in vena, 2 aulin.Tornato a casa ho proseguito e da 22 giorni prendo tavanic 500 e omnic, il problema è che da circa 10 giorni ho maggiori difficoltà a urinare, sento stimoli e dolori. Il PSA di 15 giorni fa è 12.4.Sono stato da uno specialista che mi ha visitato, poi mi ha rimandato per una trasrettale dicendomi di continuare il tavanic anche se probabilmente andrà cambiato.Io sono gia stanco di antibiotici e non so se queste visite e esami distanziati nel tempo senza una reale soluzione possano provocare ulteriori danni.Accetto consigli, grazieNicola
Risposta del medico
Specialista in Urologia e Andrologia
Gentile Signore, penso che Lei fuori abbia contratto una infiammazione batterica della prostata denominata prostatite che spiegherebbe anche un innalzamento del pSA TOTALE. Dovrebbe eseguire al piu' presto una Visita urologica con esplorazione digito rettale ed una ecografia vescico prostatica t.r. con relativa uroflussimetria. Inoltre visiti il sito da me realizzato sulla prostatite e compili i relativi questionari. Attendo notizie. Dott.Famiano Meneschincheri www.prostatite2002.it
Risposto il: 27 Novembre 2009
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali