Malanni da spiaggia: quali sono le infezioni più comuni in estate

malanni da spiaggia quali sono le infezioni piu comuni in estate
Mara Pitari
Scritto da:
Mara Pitari
Giornalista & web content editor

Cartellino rosso per raffreddori e influenza, ma occhio alle micosi, alle intossicazioni alimentari e ai colpi di calore. Durante l’estate, si sa, i malanni calano drasticamente, tuttavia virus e batteri non vanno in vacanza e con loro la stagione calda può mettere a dura prova il sistema immunitario.

Malanni da spiaggia: ecco le infezioni più comuni in estate

Succede che ci si ammala anche sotto l’ombrellone: al mare per esempio è diffusa l’impetigine, l'infezione batterica frequente nei bambini al di sotto di 10 anni. Essa costituisce la forma più superficiale delle piodermiti, spiegano gli esperti dell’ospedale Bambino Gesù di Roma. È causata da streptococchi, stafilococchi o da ambedue gli organismi. Le infezioni batteriche della cute possono colpire qualunque bambino causando piccole macchie rosse e bollicine e non sono indicative di scarse condizioni igieniche. Il problema non è grave: con un trattamento antisettico e antibiotici per uso topico, le lesioni scompaiono nel giro di qualche giorno.

Attenzione alla sabbia: a volte può nascondere virus e batteri pericolosi. La sabbia può essere contaminata dai microrganismi delle micosi cutanee che risultano infatti piuttosto resistenti. Per questo li possiamo trovare anche su sdraio, lettini, passerelle, docce, bordi di piscina. I funghi si trasmettono sia per contatto diretto, cioè quando la pelle contaminata tocca la pelle di una persona sana, sia per contatto indiretto tramite le superfici. Per evitare il contagio, cercare di asciugare bene la pelle evitando che nelle pieghe si annidi umidità, che favorisce lo sviluppo della micosi; farsi la doccia più volte se si è al mare o in piscina; utilizzare le ciabatte, coprire sedie e sdraio con un telo da spiaggia personale prima di sedersi, applicare sulla pelle creme idratanti e protettive, non scambiarsi asciugamani e spazzole.

In estate attenzione a virus gastrointestinali e morsi di medusa

Tra le malattie più frequenti dell’estate non possiamo tralasciare i disturbi gastrointestinali: gastroenteriti virali e batteriche, ma non solo. Spesso la causa sono i cibi crudi, cotti male o guasti. Attenersi strettamente a un decalogo stilato da esperti per evitare problemi con gli alimenti è piuttosto importante quando è molto caldo. Tra i problemi estivi per la salute, si annoverano anche le punture d’insetto: le zanzare, in zone endemiche, possono portare diverse malattie come la febbre di dengue, infettiva e tropicale. D’altra parte api, vespe e calabroni possono costituire una minaccia per tutti: nel kit di pronto soccorso da portare in vacanza possiamo inserire anche le pomate cortisoniche e gli antipiretici in caso di febbre oltre agli spray repellenti.

Al mare un grande classico estivo è rappresentato dalle meduse. In caso di contatto con l’animale e di conseguente irritazione, bisogna disinfettare la parte, medicandola poi con un gel a base di cloruro d’alluminio, raccomandano gli esperti. Ultimi ma non ultimi, tra i malanni estivi ci sono i colpi di sole e di calore. Bere tanta acqua, usare un cappellino, bagnarsi spesso la testa, evitare le ore più calde della giornata sono le regole per preservarsi e per proteggere soprattutto i più piccoli. 

Per approfondire guarda anche: “Che cos'è l'impetigine?”

Leggi anche:
Chiamata anche "vendetta di Montezuma", la diarrea del viaggiatore è tra le malattie più comuni che possono capitare in viaggio.
10/08/2018
13/08/2018
TAG: Adolescenti | Adulti | Allergie | Animali | Anziani | Apparato Digerente | Bambini | Batteri | Dermatologia e venereologia | Disturbi gastrointestinali | Estate | Giovani | Infezioni | Intestino | Malattie infettive | Medicina generale | Microbiologia e virologia | Nutrizione | Pelle | Stomaco | Virus
Mara Pitari
Scritto da:
Mara Pitari
Giornalista & web content editor