Salve. Sono stata in cura per nove mesi con Androcur 50 per un problema di acne persistente legata ad ovaie micropolicistiche. La mia terapia prevedeva l'assunzione di Androcur (da solo, non in combinazione con altro) per 25 giorni di fila, fino alla fine della confezione, ed un'interruzione fino alla comparsa del ciclo, per poi ricominciare con un'altra scatola per altri 25 giorni etc etc.La situazione della mia pelle durante la cura era decisamente migliorata tanto che il mio dermatologo/endocrinologo ha ritenuto opportuno interrompere la terapia. L'interruzione è avvenuta in modo "brusco", cioè non graduale. Tutto bene per i primi 30 giorni. Poi, all'avvicinarsi del ciclo la mia pelle ha ricominciato giorno dopo giorno a riempirsi di una miriade di brufoli, per lo più concentrati nella zona mento e parte bassa del viso. Volevo sapere se questa situazione può essere stata determinata dalla sospensione brusca del farmaco, se è una fase normale e destinata a passare, o se dovuta al fatto che tutto sta già tornando come prima e dovrò tornare a curarmi. Grazie