19-01-2004

Alimenti congelati

Salve, mi chiamo Massimo e da diversi anni soffro di un Dolore al fegato, che nei momenti in cui è più forte si manifesta con delle fitte che mi costringono ad immobilizzarmi e inarcare la schiena per attutireil dolore. Ancora oggi non sono riuscito a trovare delle risposte. Sono però riuscito ad eliminare le fitte ma non il senso di fastidio. Insieme al dolore di fegato, si manifestavano forti mal di testa che interessavano tutta la parte sinistra della faccia, con mal di denti, occhi e collo, e l'Urina era sempre molto opaca. Il problema, come dicevo, l'ho in gran parte ridotto eliminando i cibi congelati in casa. Infatti adesso non soffro più delle fitte e dei mal di testa come prima e solo di rado l'urina è leggermente opaca. Qualche volta capita di mangiare degli alimenti congelati in casa ma le conseguenze adesso sono minime, sento solo un pò di stanchezza. In passato ho abusato di questo tipo di alimenti perchè spesso congelavo, in frigoriferi non adatti, molte cose. La mia domanda è: esiste una correlazione fra l'assunzione di alimenti congelati in casa e i sintomi che ho descritto? Potrebbero essere l'abuso e la carica batterica che si sviluppa ogni volta che si scongela e, magari per sbaglio, si ricongelano gli alimenti a provocare queste conseguenze? Ps: stranamente i cibi comprati già surgelati non provocano nessun Sintomo strano. Spero di essere stato esauriente a descrivere il caso, e spero mi sappiate dare una risposta alla situazione anomala in cui mi trovo. Grazie e buon lavoro.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
Allo stato attuale non è nota alcuna relazione tra i 2 fenomeni che lei ci descrive. Ritengo che tali sintomi non siano da attribuire al fegato che non dà quasi mai disturbi di questo tipo.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!