Buongiorno, 2 anni fa mi sono sentita male improvvisamente (mancanza di equilibrio, debolezza muscolare e forte stanchezza), tanto da fare fatica a stare in piedi. Per alcune settimane questa sensazione è perdurata in maniera altalenante, seguita da un forte influenza intestinale (vomito e diarrea). Inizialmente non me ne sono preoccupata, pensando a problemi influenzali e cervicali (avevo avuto un incidente di macchina 2 anni prima), ma dopo un mese la situazione è diventata stabile e poi ha cominciato a peggiorare, tanto da crearmi problemi nella deambulazione. Si è aggiunta anche una sensazione di dolore sordo ai muscoli di collo, parte alta della schiena ed alle anche, con un'infiammazione diffusa che creava problemi specifici a seconda di dove mi sentivo più infiammata (vista doppia, problemi di equilibrio perenni, fortissimo dolore ai muscoli della testa con forti mal di testa ecc). Purtroppo per un anno, qui in Germania dove vivo, mi sono state diagnosticate delle malattie sbagliate (tra cui la borreliosi), quindi non ho mai visto un reumatologo per tutto il primo anno di malattia. Dopo circa 8 mesi ho cominciato a notare dei piccoli miglioramenti, ma ero ancora molto malata e prima di cominciare una cura di mesi e mesi con antibiotici ho deciso di venire in italia, non fidandomi della diagnosi. i preparatissimi medici italiani hanno assolutamente escluso la borreliosi e mi hanno spedito da un bravo reumatologo, il quale, benché non si potesse evincere dagli esami in quanto era già passato un anno e mezzo dall'inizio della malattia, ha supposto si potesse trattare di un'artrite reumatoide focalizzata sulla muscolatura (dolori articolari ne ho avuti solo per un mese o due durante il primo anno, alle ginocchia ed ai polsi, ma senza tumefazioni o gonfiore). Avendo continuato a migliorare non ho fatto nessuna cura, ora sto molto meglio,ma non posso ancora dire di essere guarita. Gli ultimi esami li ho fatti ad agosto 2017 circa, ed a parte il valore dell'anticorpo anticitrullina che è molto alto, tutti gli altri vanno bene. Il medico italiano mi ha detto che potrebbe essere solo una predisposizione e che da solo non vuol dire niente, inoltre non è collegabile ai miei sintomi e mi consiglia di portare pazienza perché ad un certo punto dovrei guarire completamente, mentre la reumatologa qui in Germania dice che sto sviluppando l'artrite reumatoide...Voi che cosa ne pensate? Vi ringrazio per l'attenzione!