Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

14-01-2004

Assistenza domiciliare

Salve, 10 giorni fa circa mi hanno riscontrato casualmente "Epatite virale acuta da Virus A". Le transaminasi sono: AST da 1629 a 206, Alt da 2239 a 660 e la Birilubina da da 13,4 a 10,52. L'ecografia: Fegato aumentato di volume, omogeneo. Vena porta ai limiti alti. Vie biliari non dilatate. Colecisti a pareti leggermente ispessite. Nulla ai reni e pancreas. Splenomegalia (DL 15 cm). Per mia richiesta dopo 8 giorni di ricovero mi hanno dimesso dandomi come Terapia TAD600 i.m. 1 fiala al giorno per 20 giorni. Vorrei sapere: corro dei rischi poichè ho chiesto di essere dimesso? Grazie.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
Anche se, seguendo la normativa vigente, è richiesto il ricovero ospedaliero per tale condizione, essa, se seguita attentamente e strettamente, dal medico di fiducia, può essere seguita anche al domicilio del paziente, in quanto si tratta di una forma che nella grande maggioranza dei casi guarisce senza reliquari e non richiede terapie particolari che possano essere effettuate solo in ambiente ospedaliero.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!