Buonasera dottori, vi scrivo per chiedervi un'informazione. A seguito di attacco di panico e manifestazioni quotidiane di ansia qualche sera fa mi sono recato al pronto soccorso per dei chiarimenti a quotidiane tachicardie, cardiopalma, formicolii e occasionali dolori al petto. Constatando si trattasse di ansia, e avendo trovato un leggerissimo aumento della tiroide, mi è stata prescritta una cura con lexotan 10g a sera per una settimana, scalando poi di 2 ogni 3 giorni. Soffro da qualche anno della sindrome di Gilbert, ho sempre avuto livelli di Bilirubina abbastanza alti (l'anno scorso TOTALE 5.30 DIRETTA 0.30, due anni fa leggermente più bassi ma comunque una diretta leggermente sopra i valori) ho appena ritirato le risposte agli ultimi esami del 21/03 che segnano BILIRUBINA TOTALE 3.48,DIRETTA 1.98 INDIRETTA 1.50. Tutto il resto è nella norma, comprese transaminasi, colesterolo, emocromo vario ecc. Venendo al dunque volevo chiedervi due cose: come mai questo aumento della bilirubina DIRETTA nonostante il resto perfettamente nella norma? Può trattarsi ugualmente di S. di Gilbert? E infine, posso tranquillamente continuare questo piccolo ciclo di lexotan nonostante questi valori del fegato riportati? Domani mi farò un'ecografia addominale superiore, prescritta dal medico. Vi ringrazio anticipatamente.