05-04-2006

bisognerebbe conoscere quali tests immunologici sono stati eseguiti

Sono mamma di un bimbo di 8 mesi all'apparenza (quella che i dottori chiamano "clinica") sanissimo. A 2 mesi ha contratto una Polmonite da stafilococco aureo completamente risolta nell' arco di un paio di mesi (pneumatoceli scoparsi) e subito dopo ha avuto una Sepsi da streptococco pneumoniae risolta in pochi giorni. Questo ripetersi di infezioni gravi ci ha portati a controllare le potenziali immunodeficienze ed il bimbo e' risultato negativo ad ogni Immunodeficienza. Il suo sistema immunitario funziona. Il persistere (a tutt'oggi) di una forte linfocitosi (GB > 30.000, emoglobina e piastrine nella norma) ha portato i medici a fare un puntato midollare, risultato negativo. Cio' ha escluso ad oggi la leucemia (non ci sono blasti). A questo punto e' stata verificata la presenza di infezioni latenti (citomegalovirus, ...) ma tutto e' risultato negativo. Quale puo' essere dunque la causa di un cosi' alto numero di globuli bianchi ancora oggi in assenza di qualsiasi altra infezione?
Risposta di:
Risposta
bisognerebbe conoscere quali tests immunologici sono stati eseguiti ( per esempio se sono stati studiati i neutrofili), quali infezioni latenti sono state escluse e come. Mi pare tuttavia che la diagnostica sia di grande precisione e presumo anche di qualità. In molte condizioni la diagnosi non è immediatamente disponibile e si chiarisce solo ai controlli successivi magari ripetendo lo stesso profilo di esami dopo alcune settimane. Suo figlio mi sembra ben affidato, dovrà solo attendere.
TAG: Bambini | Pediatria
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!