Buon giorno, mi chiamo Simonetta e Le scrivo da Genova, putroppo qualcheanno fa' al mio compagno, in seguito ad accertamenti medici gli e stata diagnosticata l'epatite c.(ora ha 53 anni e le sto' parlando di 7 anni fa')Noi eravamo conviventi gia' da 5 anni e pensavo che pure io fossi stata contagiata, in quanto avevamo rapporti non protetti, ma... Leggi di più dagli esami fortunatemente non avevo contratto la malattia e ancora oggi eseguo una volta all'anno il test, sempre negativi.L a mia domanda e' la seguente: consultando il Professore che segue il mio compagno mi ha sempre rassicurato sul fatto che sessualmente l'epatice c non viene trasmessa , consigliandomo peraltro di non usare profilattici o quanto meno lasciando a me tra virgolette ' il comportamento da seguire.Io da tutti questi anni sto' vivendo la situazione malissimo (ovviamente anche con il terrore che il mio compagno possa aggravarsi ) e anche per quanto riguarda la mia salute , faccio presente che sono molto ansiosa e in cura con medicinali (prazene e citalopram) ancor prima di questa situazione, Lei cosa ne pensa? ci tengo a dire che lui e' seguito e fortunatamente per adesso sta' abbastanza bene (esegue ecografia ogni 6 mesi , esami del sangue ogni 4 mesi, gastroscopia una volta all'anno ecc)grazie se troverete il tempo per rispondermi.Cordiali saluti