Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

02-11-2013

Buon giorno;sono una ragazza di quasi 24 anni e

Buon giorno;Sono una ragazza di quasi 24 anni e vorrei se è possibile fare qualche domanda. Sono da quasi 5 anni ormai che soffro di ipocondria e questa "patologia" è salata fuori dalla morte di mio padre, che è morto per rottura del miocardio.Sono un soggetto molto ansioso e mi preoccupo per ogni minima cosa. Ho fatto all'inizio dell'anno delle analisi del sangue complete e risulta il TAS quasi il triplo del normale. Ma la TAS alta l'ho sempre avuta sballata per streptococco, reumatismi nel sangue e ora denti del giudizio da togliere. Però, ho alcune sintomatologie che mi fanno scattare gli allarmi cioè : sotto l'ascella sinistra quando faccio respiri ripetuti e molto lunghi mi brucia e di conseguenza mi brucia anche il petto sempre lato six, bruciori di stomaco e gas. Soffro di emicrania con aura laterale e anche se non ho ne aura ne dolori alla testa, capita a volte che ho giramenti di testa, nausea e vista sfocata. Ho paura che possa essere qualcosa di grave. Il 12/12 dovrei fare una visita dal l'ematologo e poi in seguito delle eco sotto l'ascella sinistra e il seno. Ho sempre le ghiandole gonfie, ma le eco del collo erano nei limiti della norma. Ho letto su internet molte cose che, sinceramente mi hanno terrorizzata, quindi volevo sapere inoltre se, dalle analisi del sangue complete si possono avere dei campanelli di allarme che possono portare a fare accertamenti su vari inizi di tumore ecc... Mi scuso se amari la domanda è già sta fatta ma volevo sapere anche cosa potrebbero indicare questi sintomi. Grazie infinite
Risposta di:
Dr. Franco Scaldaferri
Specialista in Gastroenterologia e endoscopia digestiva
Risposta

 Gentile signorina

è bene che faccia come da programma la visita e i controlli ematologici.
Circa i sintomi dei dolori e bruciori di stomaco e del petto, sipuò trattare di una componente di reflusso gastro-esofageo associato.

Potrebbe , in accordo con il suo medico, fare un ciclo completo di terapia con inibitori di pompa protonica per 6 settimane, sono sicuro che andrà meglio.

per il resto consideri anche di eseguire un percoso psicologico personalizzato per riuscire a trovare un buon bilancio tra quello che le crea problemi medici (esofagite da reflusso, magari una recente mononucleosi infettiva etc) e quello che invece rappresenta il suo vissuto difficile.

cordialmente

TAG: Gastroenterologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!