Buon pomeriggio,Le scrivo per conto dei familiari di mio suocero.97 anni compiuti, prime avvisaglie dell'alzheimer lo scorso anno (aprile 2010) chiedeva ripetutamente dove fossero le chiavi di casa. A Natale 2010, cena a casa di una delle figlie, non riusciva a sostenere un colloquio con i familiari, stato di sopore e desideroso di tornare a casa... Leggi di più sua ancora prima di cena. A partire da Febbraio 2011 manìa di nascondere le cose e di ripetere in continuazione le stesse cose, stato confusionale generale durante il corso dell'intera giornata. Sabato scorso, 30 luglio, primo episodio di aggressività nei confronti di persone e cose. Attualmente ricoverato presso casa famiglia e curato con seroquel 25 mg. (due volte al giorno) ma nonostante la cura dorme soltanto 5 ore la notte, si sveglia e si spoglia con gesti scattosi, forte nervosismo.La mia domanda è la seguente : considerando le condizioni generali buone (fatta eccezione per l'alzheimer), ottima la sua pressione arteriosi e le analisi di laboratorio, come si evolverà la malattia e quanto, a Suo avviso, il tempo approssimativo ancora in vita ?Ovviamente siamo tutti preoccupati per lui ma ragionevolmente coscienti dell'evolversi della malattia con tutte le possibili conseguenze.Molte grazie e molti cordiali saluti.Gabriella